Nozze gay, continua la protesta in Francia

Non si fermano le polemiche dopo la decisione di consentire le nozze gay in Francia. La notte scorsa, sessantasette persone sono state fermate dalla polizia mentre, davanti al palazzo del Parlamento a Parigi, tentavano di montare delle tende in segno di protesta contro le nozze gay. Ieri sera lo stesso ministro dell’Interno, Manuel Valls, è stato bersaglio dei militanti anti nozze gay. Una quarantina di persone lo hanno atteso all’uscita di un concerto alla Sala Pleyel, a Parigi (al quale prendeva parte anche la moglie di Valls, violinista), dopo essersi date appuntamento sui social network. 

Circa redazione

Riprova

Ucraina: governatore, circa 10mila civili ancora presenti a Severodonetsk

Sono circa 10mila i civili ancora presenti nella città di Severodonetsk, città chiave del Donbass che …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com