Nova Coop: nel 2015 donati 690mila pasti con prodotti ritirati da scaffali

Welfare, attenzione al terrirorio, al tessuto sociale, alla clientela e all’ambiente: sono questi i temi della settima edizione del Bilancio di Sostenibilità di Nova Coop, presentato questa mattina presso gli spazi di FiorFood. Nel giorno in cui entra in vigore la legge 166 del 19 agosto 2016 contro gli sprechi alimentari – alla cui stesura ha contribuito la stessa Nova Coop – la cooperativa tira del somme: nel 2015 sono stati devoluti in beneficienza prodotti alimentarik, ritirati dai banchi e dagli scaffali ancora integri e commestibili, per un totale di 690mila pasti.

Fermo l’impegmo nei confronti dell’ambiente: nel 2015 rispetto all’anno precedente, nei punti vendita sono stati ridotti i consumi di acqua (-1%) di metano (-8,4%) e di elettricità (-2,7%) mentre è aumentata la produzione di energia da fonte rinnovabile (+5,8%).

Ottimi i risultati ottenuti l’anno scorso con l’iniziativa Coop per la Scuola, che ha permesso la distribuzione di 8257 premi per un valore prossimo a 1 milione 500mila euro, da investire in materiale didattico. “Il bilancio di sostenibilità – ha spiegato il presidente Ernesto Dalle Rive – conferma il crescente impegno che Nova Coop pone non solo in tema di miglioramento ambientale, ma anche nel campo del welfare e dell’attenzione ai nuovi bisogni delle persone”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com