Neve intensa seguita da forte caldo, crolla un muro del Pincio

E’ crollato la scorsa notte, probabilmente per un mix di neve e caldo, il rivestimento di un muro del Pincio, opera del Valadier in via Gabriele D’Annunzio a Roma: 9 metri, profondità 20 centimetri.” E’ – ha dichiarato il sovrintendente Umberto Broccoli – la fodera del muro e riguarda il secondo tornante dei tre che collegano la Terrazza del Pincio a Piazza del Popolo”.

Il crollo, secondo quanto rivelato dai vigili urbani, è avvenuto verso le 4. Alle 8.30 è cominciato il sopralluogo della sovrintendenza capitolina e di tutti i tecnici dei vari dipartimenti di Roma Capitale, ed è ancora in corso. La polizia municipale ha transennato la strada, via Gabriele D’Annunzio per consentire la “messa in sicurezza”.

L’episodio, sarebbe una “diretta diretta conseguenza delle intemperie”: “prima la neve, poi di un’inverno molto piovoso, a cui si è aggiunta un’estate molto secca. Quindi prima molto bagnato, poi molto asciutto hanno creato il distaccamento di quella che possiamo definire la ‘fodera’ del muro della profondità di un mattone”, ribadisce il sovrintendente ai Beni Culturali di Roma Umberto Broccoli, che adduce alle condizioni metereologi che variabili, l’origine del crollo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com