Nel derby della passione la spunta la Roma

La Roma supera la prova di maturità battendo il Napoli 2-1, in una partita bellissima, e piena di emotività i giallorossi si impongono con merito.
La Roma al test di crescita, chiamati a confermare quanto di buono visto contro Milan ed Udinese, contro un avversario tecnicamente fortissimo come il Napoli e tatticamente preparato da un maestro come Carlo Ancelotti che data la squalifica è stato sostituito dal figlio Davide; Fonseca si fida della sua filosofia, non stravolge la Roma sfrutta pienamente le capacità di Mancini da mediano, è proprio il difensore della nazionale italiana a servire Spinazzola sulla corsa che con grande visione la mette al centro per Zaniolo, il campioncino giallorosso prepara il mancino e con un bolide sotto l’incrocio fulmina Meret;Roma completamente padrona del campo nei primi 25′ che guadagna un rigore su fallo di mano di Callejon visto dal VAR, dal dischetto Kolarov ma Meret risponde da campione.
Il rigore fallito galvanizza il Napoli che a più riprese va vicino al pareggio, prima con un’azione traversa palo sull’asse Milik -Zielinski, poi su colpo di testa di Di Lorenzo con salvataggio spettacolare di Smalling vicino la linea di porta. Si va all’intervallo con la Roma attaccata al vantaggio e col Napoli che domina la gara; la magia avviene nella ripresa con Fonseca che rimanda in campo i suoi con nuova linfa, Pastore che disegna calcio ma non disdegna rientri difensivi degni di nota, e Mancini e Veretout a ringhiare su ogni pallone tanto da mettere in ombra un giocatore sempre sulle righe come Fabian Ruiz, è proprio il francese dal dischetto a segnare il 2-0 dal dischetto per un altro netto fallo di mano questa volta di Mario Rui.
Il Napoli però non si arrende e con Milik rientra in partita servito da Lozano subentrato, regge però il fortino giallorosso che alla fine porta a casa tre punti fondamentali.
A rubare quasi la scena ad una partita stupenda, i vergognosi cori da parte di qualche imbecille sugli spalti; magistrale e coraggioso Rocchi non a caso il top in Italia nel sospendere la gara e gigantesco per statura morale Edin Dzeko che va dai suoi tifosi, la maggior parte a chiedere di coprire di applausi, lo spettacolo vero, quello im campo.
Luigi Viscardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com