Nel 2017 più di 5 milioni di italiani in povertà assoluta

Nel 2017 in Italia le persone che vivono in povertà assoluta superano i 5 milioni. E’ il valore più alto registrato dall’Istat dall’inizio delle serie storiche, nel 2005. Le famiglie in povertà assoluta sono 1 milione e 778mila e rappresentano 5 milioni e 58 mila individui. L’incidenza della povertà assoluta è del 6,9% per le famiglie (era 6,3% nel 2016) e dell’8,4% per gli individui (da 7,9%). Entrambi i valori sono i più alti della serie storica. Un dato che indica come rispetto al 2016 la povertà assoluta sia cresciuta in termini sia di famiglie sia di individui. In aumento anche la povertà relativa.

Secondo i dati Istat forniti dall’Istat l’aumento della povertà assoluta colpisce soprattutto il Mezzogiorno dove vive in questa condizione oltre uno su dieci.

Il peggioramento riguarda soprattutto chi vive nelle città principali, i comuni centro di area metropolitana, (da 5,8% a 10,1%) e nei comuni di minori dimensioni, fino a 50 mila abitanti (da 7,8% a 9,8%).

La Regione con la più alta incidenza di povertà assoluta è la Calabria con il 35,3%, seguita da Sicilia (29,0%), Basilicata (21,8%) e Puglia (21,6%). Dati che “si scontrano” con il record positivo della Valle d’Aosta (4,4%) seguita da Emilia Romagna (4,6%), Trentino Alto Adige (4,9%), Lombardia (5,5%) e Toscana (5,9%).

In Italia vivono in povertà assoluta 1 milione e 208 mila minori nel 2017. L’Istat stima un’incidenza al 12,1% (era 12,5% nel 2016). Il rischio di povertà cresce all’aumentare dei figli minori presenti in famiglia: l’incidenza si attesta al 10,5% tra le famiglie con almeno un figlio e raggiunge il 20,9% tra quelle con tre o più figli.

Circa Ge.Ne.

Riprova

Recovery: Abi, evitare proliferazione delle agevolazioni

L’Abi chiede che per “sviluppare al meglio il potenziale” dei nuovi investimenti pubblici e privati …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com