‘Ndrangheta in Toscana: scarti tossici, Arpat analizza pozzi

Arpat, agenzia regionale per l’ambiente della Toscana, svolgera’ su richiesta della Regione un campionamento pozzi privati ad uso domestico, collocati in prossimita’ della strada regionale 429 nel tratto tra Empoli e Castelfiorentino, dove risulterebbero essere stati smaltiti illecitamente circa 8mila tonnellate di rifiuti contaminati in base a quanto emerso dalle inchieste della Dda di Firenze e dei carabinieri su infiltrazioni della ‘Ndrangheta nella regione.

Lo rende noto Arpat spiegando che a partire da domani, giovedi’ 22 aprile, i cittadini potranno fare richiesta di analisi delle acque del proprio pozzo per accertare il presunto inquinamento della falda. Arpat spiega, in una nota, che e’ interessato il tratto della Sr 429 fra Ponte di Candido nel Comune di Empoli (Firenze) fino alla rotatoria di incrocio con via Samminiatese in localita’ Belvedere, nel Comune di Castelfiorentino (Firenze).

Circa redazione

Riprova

Riaperture e ‘frontiere’, i temi di confronto

Aprire i locali e ampliare gli orari per circolare nelle strade, chiudere le possibilita’ di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com