epa07181417 National seismic exploration vessel Oruc Reis sails on the Bosphorus in Istanbul, Turkey, 21 November 2018.The vessel was built by Turkish engineers in a domestic shipyard in Istanbul in 2017 and it is the second vessel of Turkey to explore the seas for oil and natural gas as Turkey's first seismic vessel, Barbaros Hayrettin Pasa, which was bought from Norway in 2013, is currently exploring the Mediterranean Sea. The 86-meter-long and 22-meter-wide vessel is able to stay in the sea for 35 days when its fuel and water reserves are full. EPA/TOLGA BOZOGLU

Nave turca torna nell’Egeo. Grecia: ‘minaccia alla pace’

La Turchia ha annunciato che intende rimandare nel Mediterraneo orientale la nave da ricerca Oruc Reis, già al centro di una lite sui diritti energetici con la Grecia, una mossa che potrebbe riaccendere le tensioni con Atene. La Marina turca ha detto che la nave svolgerà attività nell’area, spostandosi anche a sud dell’isola greca di Kastellorizo, da oggi fino al 22 ottobre. Lo si apprende da un messaggio inviato al sistema di allerta marittima Navtex.

Il nuovo invio della nave di esplorazione nel Mediterraneo orientale costituisce “una minaccia diretta alla pace e alla sicurezza nella regione” da parte della Turchia. Lo ha dichiarato il ministero degli esteri greco in una nota.

Da agosto, i due paesi si contendono i diritti per la ricerca di gas naturale in questo tratto di Mediterraneo. Una disputa che sta alimentando la tensione tra Ankara e Ue ed anche all’interno della Nato.

Circa Redazione

Riprova

Covid: Brasile, da lunedì chiuse frontiere a 6 Paesi africani

Il governo brasiliano ha annunciato che “chiuderà le frontiere aeree” da lunedì 29 novembre a …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com