Carburanti: aumento immediato. Bloccate 7 pensioni su 10. Fondi per assunzione. Province verso la scomparsa

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato il decreto legge recante disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici approvato domenica dal Consiglio dei ministri presieduto da Mario Monti. Ora il testo approderà alla Camera per l’esame parlamentare. Il testo completo della “Salva Italia”. Ecco alcune delle misure che emergono spulciando i commi della manovra che scontenteranno sicuramente gli italiani.

Bloccate 7 pensioni su 10: risparmi per 3,8 mld. Il blocco dell’indicizzazione delle pensioni riguarda il 76,5% degli assegni e darà risparmi per 3,8 miliardi di euro nel 2012, al loro delle minori tasse che lo Stato non incassera’ per il mancato aumento degli assegni. E’ quanto si legge nella Relazione Tecnica, come riporta l’Ansa.

11 Mld tasse casa: 3.8 mld su prima. La nuova imposta municipale darà 3,8 mld di gettito dalle prime case, ai quali si aggiungono 18 mld sugli altri immobili. Il totale, secondo i tecnici, è di 21,8 mld dai quali sottrarre 9,2 mld che già  arrivano dall’Ici a normativa vigente e 1,6 mld all’Irpef. Il maggior gettito ammonta a 11 mld.

Maxi aumento carburanti. Le brutte notizie per i contribuenti arrivano già da domani. La manovra Salva Italia di Mario Monti regala agli automobilisti subito un maxi aumento di benzina e diesel. Al contrario del previsto aumento dal primo gennaio, “a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto” le aliquote su benzina e diesel salgono rispettivamente a 704,20 euro (+8,2 cent al litro) e 593,20 euro per mille litri (+11,2 cent).

Infortuni sul lavoro. Niente equo indennizzo e pensione privilegiata in caso di infortuni sul lavoro. “Ferma la tutela derivante dall’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali – si legge nel decreto – sono abrogati gli istituti dell’accertamento della dipendenza dell’infermità da causa di servizio, del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio, dell’equo indennizzo e della pensione privilegiata”. Sono esclusi dalla misura il personale appartenente al comparto della sicurezza, quello della difesa e del soccorso pubblico.

Iva. A decorrere dal 1 ottobre 2012 le aliquote Iva del 10 e del 21 per cento sono incrementate di 2 punti percentuali. A decorrere dal 1 gennaio 2014 le predette aliquote sono ulteriormente incrementate di 0,5 punti percentuali. È la nuova clausola di salvaguardia della delega fiscale prevista dal testo definitivo della manovra.

Bollo su titoli. La nuova imposta di bollo prevista dal testo della Manovra è dello 0,1% nel 2012 e dello 0,15% dal 2013 su tutti i titoli, strumenti e prodotti finanziari, ad eccezione dei fondi pensione e sanitari. L’imposta è dovuta nella misura minima di 34,20 euro e massima di 1.200 euro e si calcola “per ogni esemplare, sul complessivo valore di mercato o, in mancanza, sul valore nominale o di rimborso”.

Province: si avviano a scomparire. Rivoluzionate le Province che si avviano a scomparire dall’architettura costituzionale italiana. La Salva Italia elimina la Giunta. “Sono organi di governo della Provincia il Consiglio provinciale ed il Presidente della Provincia. Tali organi durano in carica cinque anni”. sforbiciata anche al consiglio provinciale. “Il Consiglio provinciale è composto da non più di dieci componenti eletti dagli organi elettivi dei Comuni ricadenti nel territorio della Provincia. Le modalità di elezione sono stabilite dalla Regione entro il 30 aprile2012”. Il presidente non sarà più eletto direttamente dai cittadini ma “dal Consiglio provinciale tra i suoi componenti”. Ai comuni andranno, entro il 30 aprile 2012, “le funzioni conferite dalla normativa vigente alle Province, salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, le stesse siano acquisite dalle Regioni, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza. In caso di mancato trasferimento delle funzioni da parte delle Regioni entro il 30 aprile 2012, si provvede in via sostitutiva”. “Gli organi in carica delle Province decadono al momento dell’entrata in vigore delle leggi statali o regionali di trasferimento delle funzioni”.

Prescrizione anticipata delle lire in circolazione. Le banconote, i biglietti e le monete in lire ancora in circolazione si prescrivono a favore dell’Erario con decorrenza immediata ed il relativo controvalore è versato all’entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnato al Fondo ammortamento dei titoli di Stato.

Sconto Irap per assunzione donne e giovani. Le imprese che assumeranno donne e giovani sotto i 35 anni a tempo indeterminato avranno la possibilità di dedurre 10.600 euro per ogni donna e giovane sotto i 35 anni assunto a tempo indeterminato. Lo sconto sale a 15.200 nelle regioni del Sud.

Detrazione su lavori edili diventano strutturali. Il bonus per le ristrutturazioni edilizie diventa strutturale e vale anche per i lavori di consolidamento e ristrutturazione degli edifici danneggiati da calamità naturali. Lo sconto è utilizzabile per la realizzazione di posti auto, per il superamento delle barriere architettoniche, per la messa in sicurezza dell’abitazione e per la cablatura degli edifici. Nella norma rientrano anche i normali lavori di ristrutturazione.

Limitazioni per le cariche sociali bancarie. “E’ vietato ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e a funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti”.

Scudo fiscale, due rate per la tassa. L’imposta straordinaria dell’1,5% stabilita dal governo per i capitali “scudati” sarà pagata in due rate: una nel 2012 (il 16 febbraio) e l’altra nel 2013 (16 febbraio). La tassa straordinaria dell’1,5% porterà in cassa 2.190 milioni: 1.095 nel 2012 e 1.095 nel 2013.

Fondi alla Protezione Civile. Per il 2012 alla protezione civile andranno altri 57 milioni di euro e saranno prelevati dall’8 per mille dello Stato.

Più soldi alla Cultura. Per il ministero dei Beni Culturali sono stati trovati stanziati  fondi. Nel 2012 andranno 1,3 milioni di euro per l’Accademia dei Lincei e 700mila euro per l’Accademia della Crusca.

Stangatina sui beni di lusso. Confermata la stangata sui beni di lusso. Per i bolidi a quattro ruote nel  2012 è prevista un’addizionale sulla tassa automobilistica fissata a 20 euro “per ogni chilowatt di potenza del veicolo superiore a centottantacinque chilowatt”. Previsti costi per il “parcheggio” di navi, aeri personali ed elicotteri.

Revisione dell’indice Isee. In vista una revisione del modello che dovrà spiegare meglio gli “elementi di ricchezza patrimoniale della famiglia”; verranno anche rideterminate le agevolazioni fiscali e tariffarie legate all’indicatore della situazione economica. Dalla norma sono previsti esplicitamente “risparmi” e le risorse verranno riassegnate al fondo politiche sociali a favore di famiglie numerose, donne, giovani.

A Venezia sconto per le barche dei residenti.  La tassa sul posto barca previsto nel decreto sarà dimezzata per i residenti di Venezia. Il mezzo nautico non dovrà però superare i12 metri.

 

 

 

Circa admin

Riprova

Matteo Salvini e strategie governative

Neppure il fatto di vedersi contesa la leadership del Centrodestra, conquistata a forza cinque anni …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com