Napoli: sequestrate 3 tonnellate di botti illegali

Maxi sequestro di botti illegali nella provincia di Napoli. I Carabinieri della Compagnia Napoli – Stella hanno rinvenuti in alcuni box auto a Melito, alla periferia del capoluogo partenopeo, delle vere e proprie fabbriche di bombe carta. I militari dell’Arma, oltre a utensili e materiali per la fabbricazione di botti, hanno sequestrato una ingente quantità di prodotti finiti pronti per essere messi in commercio. Hanno portato via un vero e proprio arsenale da guerra: 13.000 ‘cipolle’ del peso complessivo di circa 2,2 tonnellate, 600 chilogrammi di micce e inneschi e 120 chilogrammi di componenti chimici per la fabbricazione di esplosivo. Le fabbriche, tutte illegali, operavano senza particolari precauzioni per il maneggio e la detenzione di materiale altamente pericoloso. Qualsiasi incidente avrebbe potuto provocare fortissime esplosioni mettendo a rischio l’incolumità pubblica nel raggio di centinaia e centinaia di metri. Per bonificare l’area sono dovuti intervenire gli artificieri antisabotaggio del Comando Provinciale di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com