Napoli, omicidio e suicidio a Portici: uomo uccide la convivente e poi si toglie la vita

Caso di cronaca nera nella serata di lunedì a Portici, popolo comune della costa campana, distante una manciata di chilometri dal capoluogo.

Un uomo ha ucciso la convivente e poi si è gettato dal quarto piano della sua abitazione ed è finito al suolo privo di vita. Il fatto è avvenuto in un condominio di via Libertà 216 a Portici. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, Giovanni Fabbrocino (65 anni) – incensurato – avrebbe colpito con diversi fendenti al corpo la sua convivente, Maria Adalgisa Nicolai (59 anni). La donna, colpita con un coltello, è morta a causa delle ferite. L’uomo, dopo l’efferato gesto, si è suicidato lanciandosi dal quarto piano dell’abitazione. Sul posto stanno operando i carabinieri. Poco prima dei fatti, i vicini avevano sentito delle urla provenire dall’abitazione dei due. Da quanto si apprende, non vi sarebbero state in precedenza denunce per litigi tra i due.

La donna era ricercatrice di scienze e tecnologie alimentari al Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II, dove si era laureata in Scienze Agrarie nel 1991.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com