Napoli grida ‘no’ con l’Arte alla violenza sulle donne

Questo pomeriggio, alla 5 Municipalità di Napoli: “Donna è anima, in piedi, signori, davanti ad una Donna “, evento a cura dell’Associazione Primavera Arte di Ilva Primavera, sull’impegno al femminile nella musica, nel canto, pittura, nella danza, nel teatro, nella poesia e …

 

Napoli. Oggi, venerdì 30 novembre, alle ore 16,30 evento di qualità  alla 5 Municipalità, Vomero: nella Sala Ruotolo l’Associazione Primavera Arte fondata e presieduta dalla vulcanica arista Ilva Primavera presenta “Donna è anima, in piedi, signori, davanti ad una Donna”.

 

Nell’appuntamento, ultimo in ordine di tempo dei tanti organizzati da Ilva, sarà raccontata in maniera versatile l’arte delle Donne attraverso la musica, il canto, la pittura, la danza, il teatro, la poesia e tante altre attività artistiche, professionali, ed altro,   si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne, incominciando dai più giovani.

 

Saranno presenti noti esponenti della Cultura, dell’Arte, dell’Imprenditoria e delle Istituzioni impegnati nella promozione della Legalità e della Civiltà attraverso il personale impegno nelle varie sfere di competenza. Tra essi : il vice presidente del Consiglio Comunale di Napoli Fulvio Frezza; il capo Gruppo comunale Mario Coppeto; il consigliere comunale Antonio Luongo; il presidente Paolo De Luca; il vicepresidente Antonio Iozzi; l’assessore Valentina Barberio; le consigliere Fabiana Felicità e Margherita Siniscalchi della 5 Municipalità; i giornalisti Teresa Lucianelli,    Rino Cesarano, Anna Copertino, Lydia Tarsitano, la nutrizionista e idrologa alimentare Rosalia Ciorciaro; la fotografa Giada FiltrosoLa manifestazione si articolera’ in vari interventi: mostra d’arte collettiva, sull’universo femminile, degli artisti:

Nadia Basso, Aurora Aspide, Adriana Mallano, Concetta De Dominicis, Romolo Piantino, Silvio Frigerio, Immacolata Maddaloni, Pasquale Caraviello, Massimiliano Froechlich, Emilia Della Vecchia, Carlo Pepe,  Carmen Caruso, Michele Caltagirone, Emila Milly Lombardi, Giada Barbaro, Carmela Bianco Bianca De Tommaso, Mario Romano, Maurizio Fontanella,  Giovanni Incoronato, Lucia Caiazza, Alessandro Tursi, Maria Pia Ventrella, Emilia Sensale, Melina Cesarano, Ksenya Pahchenko, Raffaela Russo. In programma un momento poetico con Anna Maria Forte, Rosanna Campobasso, Ilde Rampino, Serenella Siriaco. Spazio al teatro con l’attore regista Franco Gargia; “Refole e Viento”, performance ”Come se una Donna fosse un tamburo”. Ancora, la danza: Compagnia di ballo controtempo della My Heart As; presidente Maria Celato, coreografie di Emma Carbone modern comtemporary.

 

Accompagnata al piano dal maestro Raffaele Marzano, Ilva Primavera interpreterà con la sua inconfondibile ed intensa voce brani dedicati, alle Donne e alla violenza, quali testimonianze di una realtà che va combattuta con compattezza e fermezza dalla società civile e con fondamentale supporto concreti e non semplicemente formale alle tante vittime di violenza fisica e psicologica, rintanate purtroppo ancora troppo spesso per paura e per un errato senso di vergogna che dovrebbe appartenere soltanto a chi è colpevole degli abusi La violenza sulle donne rappresenta una realtà purtroppo quotidiana, riportata in continuazione sulle cronache dei giornali,  sul web e dai canali televisivi implacabili. Un’agghiacciante fenomeno che deturpa l’immagine della società civile così come la vita di chi subisce violenza. Vanno condannati da tutti, con fermezza e sdegno ufficiali, gli autori degli efferati delitti, delle persecuzioni metodiche, degli atti ossessivi di stalking, con un “no” deciso.

 

È indispensabile prendere una posizione netta ed inequivocabile e soprattutto concreta, scevra da stereotipi pietistici e dannosi, oltre che inutili. Occorre il supporto diffuso, attivo e militante che deve vedere impegnato ogni cittadino di qualsiasi età, religione, estrazione sociale, incominciando dai familiari e dagli amici e colleghi delle vittime e si deve estendere a tutti gli abitanti del quartiere, della città, della nazione e del mondo, senza reticenze e tentennamenti.

Nell’occasione, verrà affrontato nei suoi molteplici aspetti il tema della violenza sulle donne che andrebbe sempre trattato con delicatezza, cura e attenzione mirata.

 

L’incontro offrirà pure l’occasione per ricordate Ia Giornata Internazionale, ricorrenza recentissima del 25 novembre,  istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, mirata a combattere con ogni mezzo e ad eliminare la violenza contro le donne, un fenomeno che è tra le massime vergogne del Pianeta.

Teresa Lucianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com