Napoli. Clochard morto fuori al teatro San Carlo, a pochi passi dal cadavere alcuni cittadini bevono caffè

A pochi passi da loro c’è un cadavere e loro bevono tranquillamente il caffè, è come se non fosse accaduto nulla di strano o meglio nulla di doloroso e sconvolgente al punto tale da distoglierli da quel caffè evidentemente tanto buono. Questo è lo scenario che purtroppo si è verificato a Napoli, questa mattina. Per alcuni passanti, della ‘calorosa città’, della città che è vicina al dolore di tutti, forse un caffè è stato più importante di un cadavere, specialmente se a morire è stato un clochard. Forse per il freddo o forse per la fame, è morto un senzatetto a Napoli. Il corpo della vittima è stato trovato questa mattina, sotto il colonnato della Galleria Umberto, di fronte al Teatro San Carlo, nel centro di Napoli.  L’uomo, forse un 50enne, era avvolto da 2 coperte, sporche e bagnate, come purtroppo tanti altri clochard sono soliti fare durante le giornate di pioggia e vento. Non è il primo caso, questo e purtroppo non sarà neanche l’ultimo. Ancora non è stato dato un nome alla vittima, sul posto sono arrivati gli uomini della sezione Scientifica della polizia.

Circa redazione

Riprova

Migranti: nel 2021 riconosciuto titolo di studio a oltre 900 rifugiati

Sono oltre 900 i rifugiati che l’anno scorso sono stati integrati nel nostro Paese tramite …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com