Napoli, bimbo di 11 anni suicida: lascia un biglietto alla mamma

Un bigliettino lasciato alla mamma, in cui le chiede scusa e allude alla paura di un uomo nero, prima di lanciarsi dal balcone di casa, al decimo piano: l’11enne si è schiantato su un ballatoio interno al palazzo, a Napoli. La Polizia di Stato e la Procura, che stanno indagando sull’accaduto, ipotizzano il reato di istigazione al suicidio.

La vittima, prima di lanciarsi dal balcone, avrebbe lasciato un bigliettino in cui chiede scusa alla mamma, e in cui fa riferimento a uno stato di paura vissuto nelle ultime ore di vita.

L’undicenne avrebbe alluso, in particolare, al terrore scatenato da un uomo nero incappucciato. Gli inquirenti non escludono possa essere stato vittima dei cosiddetti ‘challenge dell’orrore’, del tipo ‘blue whale‘, giochi che si svolgono totalmente online e che comprendono atti di autolesionismo, fino al suicidio.

Secondo quanto emerso finora sembra che il bambino, residente con la famiglia nel quartiere Chiaia, fosse sano e felice: praticava sport, era perfettamente integrato.

La vittima era figlia di due professionisti di Napoli. La polizia ha sequestrato computer e telefono dell’11enne.

Gli inquirenti puntano ad analizzare il contenuto di chat e di piattaforme informatiche, per dare una spiegazione a quanto avvenuto.

Circa Redazione

Riprova

Confartigianato Imprese, Filippo Ribisi confermato vice presidente nazionale In giunta nazionale anche il palermitano Pezzati e il siracusano La Porta

Filippo Ribisi è stato riconfermato vice presidente nazionale di Confartigianato Imprese con delega al Mezzogiorno. …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com