Napoli, baby rapinatori investiti: diffuso video che inchioda Mirti

Incastrato da un video per quella che anche il procuratore aggiunto di Napoli Giovanni Melillo ha definito “ straordinaria aggressività”. Leonardo Mirti, 29 anni, si è visto notificare dopo la diffusione del filmato che lo mostra a bordo della sua Smart insieme alla fidanzata 23enne, la notte tra il 9 e il 10 agosto scorso, investire in via Posillipo lo scooter su cui viaggiavano Alessando Riccio (18 anni) ed Emanuele Scarallo (17 anni), uccidendo i due e trascinando il corpo di uno dei ragazzi per alcuni metri senza fermarsi. Mirti è agli arresti domiciliari dal 26 agosto, dopo la decisione del gip Umberto Lucarelli, che pero’ ha respinto la richiesta dei pm di indagarlo per omicidio volontario commesso con dolo eventuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com