Mps. Monti: “Il governo non ha responsabilità, c’entra il Pd in questa vicenda”

“Il governo non ha fatto alcun regalo al Monte dei Paschi di Siena: si tratta di un prestito di 2 miliardi mentre i restanti 1,9 miliardi sono rimborsi dei precedenti Tremonti bond”, ha dichiarato Mario Monti. Il Presidente del Consiglio, sostiene con fermezza che il “Il governo non ha responsabilità, l’origine del problema va indagato con rigore anche penalmente”.  Il premier ha piena fiducia nella magistratura. “Il prestito – ha chiarito Monti- è stato previsto non di iniziativa italiana ma dall’autorità bancaria europea che ha modificato i criteri per l’adeguatezza di tutte le banche in Europa e ha richiesto una maggiore capitalizzazione di Mps. L’Ue ha delle regole che disciplinano gli aiuti di Stato e i prestiti fatti dalle banche a tassi inferiori sarebbero aiuti di Stato e incorrerebbero nella disciplina Ue: questo rende più oneroso il prestito e tranquillizza il contribuente perché non si tratta di regali o assegnazioni a fondo perduto ma di prestiti a tassi onerosi in fondo convenienti per lo Stato”.  E come non potevano mancare le accuse al Pd: “Il Pd c’entra in questa vicenda. Il Pd ha sempre avuto molta influenza attraverso la fondazione”. Immancabile anche la battuta del leader del Partito Cinque Stelle, Beppe Grillo, che si scaglia contro il Partito Democratico:  “Il caso Mps è colpa solo del Partito Democratico, fuori i soldi”.  “È  tutta colpa di un solo partito, dei Ds prima, del Partito Democratico”. Vero e proprio sprint in Borsa di Mps. Il titolo, che in 3 sedute ha perso il 20% della capitalizzazione, parte bene e corre con un rialzo del 5,02% a 0,24 euro nei primi scambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com