MotoGp: Ducati ancora in apnea

Si è conclusa anche il secondo giorno di test in terra iberica, sulla pista di Aragon, dove Valentino Rossi e Nicky Hyden hanno compiuto rispettivamente 70 e 66 giri, grazie ad una splendida giornata che ha permesso di lavorare a tempo pieno. Ma l’impressione è che non ci siano grossi miglioramenti in casa Ducati, come implicitamente dichiarato dal pilota texano: “Nel pomeriggio abbiamo provato alcune modifiche più sostanziose ma non siamo riusciti ad andare più forte. Ci sarebbe piaciuto essere un pò più vicini al top, ha confessato Hyden, ma abbiamo comunque raccolto delle informazioni valide e, mettendo insieme tutto, speriamo di fare un passo in avanti la prossima volta”. Buona giornata di lavoro anche per il campione di Tavullia, eccezion fatta per un problemino con la centralina che lo ha tenuto fermo ai box per un quarto d’ora, “impedendomi di usare la seconda gomma morbida che avevo a disposizione. Penso che altrimenti avrei potuto togliere ancora qualche decimino. Non abbiamo fatto in tempo a riprovare il forcellone in alluminio, ha dichiarato Rossi, ma abbiamo comunque trovato alcune cose positive quindi possiamo dire che è stato un buon test”. Alla fine della giornata segna l’ottavo miglior tempo, davanti a tutti c’è sempre la Yamaha di Jorge Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com