Morte cerebrale per il bimbo colpito da un proiettile alla testa

E’ stata dichiarata la morte cerebrale per il bimbo di 7 anni che ieri mattina a Roma è stato raggiunto da un colpo di pistola esploso dal nonno. E’ quanto si apprende da fonti inquirenti. Al momento chi indaga esclude il gesto volontario e fa rientrare la vicenda in una tragica fatalità. Il procedimento in Procura sarà rubricato con il reato di omicidio colposo.

Il bimbo, 7 anni, questa mattina era in casa  on il nonno e il papà, in zona Conca d’Oro a Roma, quando è stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola. L’arma è regolarmente detenuta. Il bimbo è stato portato in ospedale, al Policlinico Umberto I, in gravi condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com