Nicola Morra. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Morra escluso da trasmissione Rai

“Dimettermi da presidente dell’Antimafia? Piacerebbe a tanti ma io credo che anche quello che è accaduto ieri sia un episodio all’ interno di una strategia, perché quando dai fastidio a Cosa Nostra, la mafia e la ‘ndrangheta, come ci hanno insegnato, allora bisogna sporcare, infangare e delegittimare”. Così il sen.Nicola Morra dopo la bufera scoppiata dopo le sue parole su Jole Santelli e sul voto dei calabresi.

La decisione di sospendere la partecipazione di Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia, al programma Titolo V su Rai3 “è stata presa ieri sera dalla Rai poiché da ore era in corso un dibattito particolarmente acceso su un argomento molto delicato che coinvolgeva i malati oncologici. Aldilà delle singole opinioni, la Rai, come servizio pubblico, pur nella consapevolezza della difficoltà di prendere una decisione che sarebbe stata comunque controversa, ha preferito adottare una linea di massima prudenza e tutela ed evitare di alimentare le molte polemiche che si stavano sviluppando su un tema così complesso”. Lo spiega l’azienda in una nota.

La Rai – sottolinea Viale Mazzini – si rammarica con il presidente della commissione parlamentare Antimafia per le modalità con le quali è stata comunicata questa decisione, sia per il riguardo che sempre va dato agli ospiti dei programmi, sia in particolare se, come in questo caso, rivestono funzioni pubbliche di rilievo. Allo stesso tempo va sottolineato che egli avrà altre opportunità, sempre attraverso le reti del servizio pubblico ed eventualmente nello stesso Titolo V, per esprimere i suoi punti di vista.

Nel dibattito interviene con un tweet Andrea Orlando del Pd.

“La scelta della Rai è un precedente grave”.

Circa Redazione

Riprova

Covid, cosa cambia a Natale e Capodanno: le linee guida europee

La Commissione europea ha pubblicato le nuove linee guida per la stagione invernale per limitare i contagi durante …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com