Morì giù da seggiovia

TORINO. Quattro persone rischiano il processo per la morte della tredicenne inglese che il 22 febbraio 2013 cadde dalla seggiovia del Col Beouf, sulle montagne sopra Claviere. Per i consulenti del pm Guariniello vi sarebbero state carenze sia dei gestori dell’impianto che dei funzionari dell’Ufficio del Ministero delle Infrastrutture. Il magistrato ha inviato a due italiani e due francesi l’avviso di chiusura indagini, che di norma precede il rinvio a giudizio.  Sono accusati di omicidio colposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com