Moody’s declassa il fondo salva-stati. Spread scende a 516

Declassato anche il Fondo salva stati. L’agenzia di rating americana ha rivisto al ribasso, da “stabile” a “negativa” la prospettiva del Fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf), un giorno dopo aver degradato quello della Germania, principale contributore del fondo, e quelli di Olanda e Lussemburgo. Secondo Moody’s, infatti, il peso del mantenimento dell’eurozona ricadrà tutto sulle spalle dei tre Paesi. Il rating di Germania, Olanda e Lussemburgo è rimasto AAA, ma l’outlook è passato da “stabile” a “negativo”.

In leggero calo lo spread a metà seduta. Il differenziale tra i titoli decennali italiani e il Bund tedesco, che cala a 516 unti base, con il rendimento dei Btp al 6,52%. In apertura dei mercati lo spread il differenziale è arrivato fino a 541 punti base, con rendimento al 6,6%.Il rendimento dei titoli decennali italiani ha raggiunto il 6,7% per poi ripiegare.

Lo spread fra titoli spagnoli e tedeschi è a quota 631, mentre il rendimento dei bonos è del 7,56%. Il rendimento dei titoli di stato a 10 anni spagnoli segna un nuovo record dalla creazione di Eurolandia, toccando in apertura dei mercati il 7,659%.

Borse europee in cerca di una direzione in avvio di seduta. I listini navigano poco sopra la parità ma scontano una volatilità elevate che provoca continue oscillazioni. Rimbalza solo Madrid (+1,5%), Milano sale dello1,66%, Francoforte dello 0,2%, Parigi dello 0,1%. In calo Londra (-0,2%). Corrono i titoli dell’auto mentre soffrono utility ed energetici. Sui mercati continuano a regnare i timori per la situazione della Spagna mentre altre regioni, a partire dalla Catalogna, si stanno accodando alla richiesta di aiuti della regione di Valencia. L’avvio delle borse europee segue la chiusura negativa dei listini asiatici mentre sono invariati i future su New York. Salgono i titoli dell’auto (+2,3% l’indice di settore) grazie ai risultati di Peugeot (+5,37%) che, nonostante una perdita nel trimestre, è riuscita a mantenere il pareggio a livello di profitti operativi a dispetto delle previsioni degli analisti. Di seguito gli indici dei titoli guida delle principali Borse del Vecchio Continente: – Londra -0,17% – Francoforte +0,21% – Parigi +0,16% – Madrid +1,52% – Milano +0,52% – Amsterdam +0,37% – Stoccolma +0,35% – Zurigo +0,08%.

Hollande: mettere in atto provvedimenti Ue. Serve che i provvedimenti approvati dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno, siano messi in atto rapidamente e in modo fermo”. Lo ha affermato la portavoce del governo francese, Najat Vallaud-Belkacem, durante il resoconto del consiglio dei ministri.

Serve che i provvedimenti approvati dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno, siano messi in atto rapidamente e in modo fermo”. Lo ha affermato la portavoce del governo francese, Najat Vallaud-Belkacem, durante il resoconto del consiglio dei ministri.

Circa admin

Riprova

Buste paga: ecco come cambieranno con il taglio Irpef

Nella Legge di Bilancio il Governo ha messo a disposizione 8 miliardi per la prima …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com