Monti: “Bene sanità pubblica, ma urge rinnovo”

Sistema sanitario efficiente, ma bisognoso di rinnovo. Il presidente del Consiglio torna sull’argomento e lo fa in occasione della cerimonia di chiusura dell’anno europeo sull’invecchiamento attivo e aulla solidarietà tra generazioni.“Il sistema sanitario nazionale è chiamato a ripensarsi”, ribadisce Monti, ammettendo però i vantaggi apportati dalla sanità pubblica alla salute degli italiani.

“Si invecchia – ha ricordato ancora il premier – stando in salute più a lungo rispetto al passato. La nostra sanità pubblica ha dato un contributo determinante al conseguimento di questo grande successo. Ora, anche in virtù del proprio stesso successo, essa è chiamata a ripensarsi in vista di una rimodulazione fatta di innovazioni e adattamenti di cui dobbiamo avere consapevolezza. Dobbiamo insomma imparare a gestire il divenire del processo demografico in modo più esigente. La nostra mentalità è chiamata a fare i conti con nuove prospettive, nuove visuali. Il conservatorismo non è prerogativa di un’età della vita, bensì di una data stagione, di una certa collettività. C’è bisogno di vincere la chiusura mentale al cambiamento”.

Poi, ironizza: “quando vedo il 2012 come anno europeo dell'invecchiamento attivo, penso che forse anche io ho dato una testimonianza di invecchiamento attivo. Molto attivo”. Poi riferendosi al capo dello Stato, aggiunge:  “Penso al fatto che a richiedermi questa testimonianza è stata un’altissima personalità che è l’esemplare dell'invecchiamento attivo a enorme vantaggio del Paese stesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com