Montecarlo. Oggi esordio per Seppi quanta paura per Fognini

Dopo i successi di Coppa Davis, questa settimana i tennisti italiani sono protagonisti del Masters 1000 di Montecarlo, feudo di Rafa Nadal che qui ha vinto otto volte prima di essere spodestato l’anno scorso da Novak Djokovic. Tutti i big, tranne Murray e Del Potro, out per tutta la stagione per un’operazione al polso, saranno presenti in questo torneo dove le nostre speranze, dopo la semifinale dell’anno scorso, dopo un ottimo inizio di stagione e dopo l’exploit di Davis, sono riposte tutte in Fabio Fognini. Ma l’inizio torneo del tennista ligure è stato un shock, un autentico thriller che ha rischiato di estromettere dal torneo il portacolori azzurro. Come sempre genio e sregolatezza, Dr Jekyll e Mr Hyde, Fognini va sotto 0 – 2, risale 5 – 3 e perde il set 7 – 5. Al cospetto del buon terraiolo portoghese Sousa, “Fogna” finisce sull’orlo del baratro con l’avversario al servizio sul 5 – 3 nel secondo set. Sousa sale 30 – 0 e, quando ormai la vittoria sembra cosa fatta, si scava da solo la fossa non reggendo la pressione e concedendo a Fognini di rientrare nel set, vincerlo e poi, liberatosi dalle paure e caricato a mille, di conquistare la partita. Tantissima paura, quindi, per Fognini che, se vorrà andare avanti, deve cambiare atteggiamento e modo di giocare tornando a essere non quello di ieri ma quello di Davis per regalarsi e regalare all’Italia quelle soddisfazioni e quelle emozioni di cui fu capace l’anno scorso partendo proprio da Montecarlo. Sempre ieri sconfitta netta per Simone Bolelli che, per sua stessa ammissione, ha pagato lo scotto di giocare finalmente in un torneo importante dopo l’operazione al polso. Oggi, restando sempre in Italia, esordio per Seppi che avrà di fronte il temibile Youzhny, un altro che in quanto a continuità, è degno, se non addirittura peggio, di Fognini. Partita aperta, a maggior ragione se rivedremo il Seppi solido di qualche giorno fa a Napoli. Esordio anche per Djokovic contro Montanes e Ferrer contro Chardy.

Sebastiano Borzellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com