Minori: pm, a Roma in 4 anni sentiti 903 bimbi,anche di 6 anni

“Dal 2013, a Roma abbiamo creato una sala di ascolto con modalita’ protette riservata a tutti i minori, da sentire, con la strumentazione tecnica necessaria, come vittime o come testimoni di fatti che costituiscono reato: dal 2015 al 2018, sono stati ascoltati ben 903 minorenni, di cui 570 bambine, per episodi di maltrattamenti in famiglia e di violenza sessuale nel suo significato piu’ esteso. Tra questi 903 bambini, non sono pochi quelli che hanno meno di 6 anni mentre sono tanti quelli di eta’ compresa tra i 7 e i 13 anni”. Lo ha detto davanti alla commissione parlamentare di inchiesta per l’infanzia e l’adolescenza il pm della procura della capitale Maria Monteleone, coordinatore del ‘pool’ dei magistrati che si occupano dei reati contro la violenza di genere e contro i minori di anni 18.

“Dall’audizione di questi bambini, che avviene nelle condizioni piu’ favorevoli affinche’ il loro esame sia genuino e spontaneo – ha spiegato il pm Monteleone -, emergono episodi di condotte criminose che si consumano in ambito domestico o in ambito comunque vicino ai bambini, come la famiglia o la scuola”. Gran parte di questi minori “vengono sentiti in tempi brevissimi, molti addirittura entro 24 ore dall’acquisizione della notizia di reato. Tutti entro i 30 giorni. I tempi di audizione li decidiamo noi quando riusciamo ad individuare un caso concreto e la reale urgenza di proteggere quel determinato bambino, al di la’ dello spot pubblicitario dei tre giorni e di quelle disposizioni astratte di carattere generale che servono molto poco”, ha concluso il magistrato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com