Minacce a Boccassini, busta con proiettili dopo requisitoria Ruby

Continuano gli atti intimidatori contro autorità, personaggi di spicco del mondo della politica e non. Nemmeno Ilda Boccassini ne è stata risparmiata. In realtà al procuratore aggiunto sono state recapitate decine di lettere di minacce, soprattutto dopo la requisitoria nel processo Ruby, a carico di Silvio Berlusconi.   “Nelle ultime settimane sono pervenute in un crescendo numerose lettere anonime con gravi minacce nei confronti del procuratore aggiunto Boccassini e da ultimo, ieri, una lettera contenente due proiettili”. “La procura della Repubblica di Milano – scrive ancora Bruti Liberati – con tutti i suoi magistrati, adempie e continuerà ad adempire con immutata serenità al compito di svolgere indagini e sostenere l’accusa in dibattimento nel più rigoroso rispetto delle regole e delle garanzie processuali, fedele al principio costituzionale della eguaglianza di tutti di fronte alla legge”.  Intanto le  lettere saranno trasmesse al procuratore capo di Brescia, Fabio Salamone, per le indagini, dato che la persona offesa e’ un magistrato di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com