Milleproroghe 2020 sbarca alla Camera: da Rc auto familiare a medici, le novità

Per tanti, una sorta di Legge di Bilancio bis, il Milleproroghe sbarca oggi lunedì 17 febbraio alla Camera per il voto di fiducia, dopo tanti rinvii e una pioggia di emendamenti presentati e esaminati in Commissione Affari Costituzionali e Bilancio della Camera dei Deputati che ha fatto ripetutamente slittare la discussione del provvedimento in aula a Montecitorio.

Approvato a fine dicembre dal Consiglio dei Ministri con la formula “salvo intese” – che tradotto politicamente significa che sono ancora tanti i nodi da sciogliere e firmato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al fotofinish il 30 dicembre – il testo del Milleproroghe è diventato, giorno dopo giorno, un provvedimento che (r)accoglie tutte le misure “più diverse”, incluse tante novità e interventi legislativi che non è stato possibile inserire nella Manovra di bilancio.

Semaforo verde a un emendamento del Governo che prevede come i medici potranno rimanere in servizio anche superati i 40 anni di attività, ma entro i 70 di età. Misura già adottata in alcune Regioni e che viene consentita a tutto il Servizio sanitario fino al 2022.

Non solo, i medici specializzandi potranno essere inquadrati a tempo determinato e con orario parziale (per consentire, contemporaneamente, di completare la specializzazione) già a partire dal terzo anno di corso. Lo prevede un altro emendamento del Governo. Gli specializzandi saranno ammessi ai concorsi per l’accesso alla dirigenza sanitaria, “a partire dal terzo anno del corso di formazione” e non più all’ultimo anno. E, nel caso in cui lo specializzando vinca il concorso, prevede la norma, viene collocato “in graduatoria separata”.

 Le Commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera hanno bocciato gli identici emendamenti di Italia Viva e Forza Italia che miravano ad eliminare dal Milleproroghe l’articolo che prevede nuove regole sulle concessioni autostradali indicando il percorso da seguire in caso di revoca (nella transizione la gestione passa ad Anas) e riduce le eventuali penali a carico dello Stato. Per molti, il  primo passo verso la revoca della concessione ad Aspi.

 Parte oggi, lunedì 17 febbraio,  Rc auto familiare che, di fatto, darà la possibilità di assicurare un veicolo, anche di categoria diversa, come uno scooter o una moto, con la miglior classe di merito disponibile all’interno del nucleo familiare. C’è però una novità rilevante – contenuta nell’emendamento al Milleproroghe del dem Claudio Mancini: l’introduzione di una sorta di supermalus per i motorini che causano incidenti con danni superiori a cinquemila euro. ”

 Novità nell’ambito della micromobilità urbana per quanto riguarda l’utilizzo dei monopattini elettrici che non potranno essere usati dai ragazzi sotto i 14 anni e comunque sempre col casco fino ai 18 anni. Per chi supera i limiti di velocità e non rispetta le modalità di circolazione previste ammende da 100 a 400 euro e possibile pena accessoria della confisca del mezzo.

Via libera a un emendamento del M5S che abbassa la soglia dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro per poter accedere al ‘bonus’ di 2.500 euro previsto dalla manovra per la rottamazione delle auto inquinanti e l’acquisto di veicoli green. L’incentivo scattava fra i 21 e i 70 CO2 g/km, mentre ora scatterà tra i 21 e i 60 CO2 g/km.

Tra gli altri interventi, proroga della Cassa integrazione straordinaria per i lavoratori ex Ilva (stanziati 19 milioni per il 2020) e di un intervento per i call center (con una integrazione delle indennità per un massimo di 20 milioni nel 2020). Prevista  la Cigs per un anno per le imprese che si trovano nelle aree di crisi industriale in Campania e Veneto, e mobilità in deroga per le aree Venezia-Porto Marghera e altre della Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com