Milano: da oggi l’Eig, la fiera dell’iGaming

Parte oggi a Milano la decima edizione dell’annuale conferenza di EiG – European iGaming Congress&Expo. L’inaugurazione dell’evento verrà affidata ad un workshop il cui argomento e’ “Intrattenimento, Sport e iGaming”, un approfondimento su come sport, media e comunicazione possono crescere insieme all’iGaming e con esso aprirsi ai mercati dell’Europa ed a nuove opportunita’. Ad aprire la conferenza e’ stata Ewa Bakun, direttrice dell’evento: “Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito alla crescita dell’industria dell’iGaming, da uno start up ad una matura e solida attivita’”. Wulf Hambach, partner del Law Firm Hambach & Hambach, ha illustrato ai presenti del congresso EiG di Milano la situazione della Germania per quanto riguarda l’Igaming:”C’e’ molta attenzione da parte dei media nei confronti dell’Internet Gambling, ma e’ piu’ difficile organizzare il sistema perche’ siamo uno Stato Federale”. Justin Franssen, della VMW Taxand, ha spiegato la realta’ olandese del settore giochi: “Stiamo cercando di finanziare le grandi squadre e le grandi societa’ sportive, di sponsorizzare le squadre di calcio. Come all’estero, con grandi squadre che sono sponsorizzate da operatori di betting e igaming. Anche la relationship con i media e’ importante, anche i media stanno cercando sponsor e partners, e gli operatori sono aperti e pronti per nuovi investimenti”. Thibault Verbiest, avvocato del Foro di Parigi e Bruxelles, ha invece puntato l’indice sulla necessita’ di armonizzare i regolamenti nazionali: “Il problema e’ che ci sono alcune cose che sono illegali in Francia, ma magari legali in altri paesi, e bisogna trovare il modo di coordinare il regolamento”. Santiago Asensi,di Asensi Abogados, ha parlato del nuovo mercato spagnolo dell’ iGaming: “E’ un periodo di transizione con una situazione politica incerta. Il nostro scopo e’ quello di mantenere il monopolio di Stato e creare specifiche regole per ciascun settore dell’iGaming”. “Un elemento molto importante e pericoloso e’ che stanno crescendo dei non-gaming operators nel settore. Mobile-gaming e betting via sms stanno scombussolando il mercato” ha dichiarato invece l’avvocato Quirino Mancini, senior partner dello studio Sinisi Ceschini Mancini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com