Migranti: minori nascosti in furgone, un arresto e due fermi

Agenti della Squadra Mobile della Questura di Trieste, coordinati dalla Procura della Repubblica-Direzione Distrettuale Antimafia, hanno arrestato un cittadino macedone, di 43 anni e fermato un cittadino kosovaro di 41 e un altro macedone, pure lui di 43 anni, ritenuti responsabili, in concorso tra loro e con altri soggetti allo stato in corso di identificazione, dei reati di favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina di 8 minorenni bengalesi.

Nell’ambito di una inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Federico Frezza, la Squadra Mobile aveva individuato alcune auto e un furgone Fiat Ducato con targa slovena, impiegate nel trasporto di stranieri. I mezzi sono stati monitorati per oltre 24 ore e bloccati sul carso triestino. A bordo di un’auto gli agenti hanno fermato uno dei due cittadini macedoni, che faceva da staffetta al furgone il cui conducente ha tentato la fuga imboccando a fortissima velocita’ una strada provinciale e schiantandosi poco dopo contro un albero. Poi e’ fuggito a piedi nel bosco vicino facendo perdere le proprie tracce. Gli agenti quindi si sono presi cura dei minorenni che erano a bordo: avevano pagato per il viaggio cifre comprese tra i 1600 ed i 1800 euro. Portati all’ospedale infantile per essere sottoposti ad accertamenti, sei sono stati dimessi con prognosi di alcuni giorni per contusioni e affidati ad una struttura di accoglienza, gli altri due sono stati trattenuti in osservazione a causa di traumi violenti e fratture riportati. Poco piu’ tardi, gli agenti hanno rintracciato anche l’altra auto, con a bordo il cittadino macedone fuggito e quello kosovaro.

Circa redazione

Riprova

Alibaba, Coldiretti: “On line da falso Grana a Prosecco taroccato”

Dal falso parmigiano reggiano al prosecco taroccato, ma anche brutte copie di grana padano, gorgonzola, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com