METEO, nuova perturbazione sull’Italia, tornano PIOGGIA, NEVE e temporali

L’attività depressionaria che per alcuni giorni ha portando maltempo tra il Mediterraneo occidentale e la Spagna è riuscita ad indebolire lo scudo anticiclonico presente sull’Italia favorendo nella tarda serata di venerdì l’ingresso di un impulso di aria fresca atlantica che ha formato un minimo di bassa pressione sul mar Ligure. Associato al minimo una perturbazione, la seconda del mese di gennaio che, sebbene di modesta entità perché si muove in un campo di pressioni medio alte, è riuscita a riportare piogge e rovesci a tratti anche abbondanti su parte della Penisola. Gli accumuli più importanti sulla Toscana dove i fenomeni si sono presentati anche a carattere di temporale, punte di 35-40mm sulla Lucchesia, fino a 50mm sulla Maremma. Piogge e rovesci moderati anche sul Lazio, accumuli fino a 25-30mm nel Viterbese, punte di 50mm sulla provincia meridionale di Latina tra Formia e Minturno. Altrove fenomeni più modesti con accumuli fino a 13mm sulla Liguria, 15mm in Umbria, le interne marchigiane e l’Emilia Romagna. Fenomeni deboli ed esigui sul resto del Nord e del centro. Qualche pioggia infine ha raggiunto anche l’alta Campania.

 L’area di bassa pressione formatasi nella notte di sabato sull’alto Tirreno e responsabile del ritorno delle piogge e della neve su parte della Penisola, scivolerà gradualmente verso l’Area balcanica continuando a richiamare sull’Italia correnti umide e debolmente instabili. La giornata di domenica sarà caratterizzata da una blanda circolazione ciclonica di 1020hPa che evolverà verso est e sarà accompagnata da nubi irregolari e qualche isolata pioggia assieme a qualche spolverata di neve sui rilievi. Si tratterà di fenomeni nel complesso deboli e isolati perché il contesto sarà mediamente anticiclonico. Vediamo le previsioni per la domenica.

Meteo domenica: Nord, nuvolosità irregolare, più compatta al mattino, associata a qualche sporadico fenomeno, nevoso oltre i 1100-1300m sulle Alpi occidentali e 1500m sull’Appennino settentrionale. Ne corso della giornata schiarite più ampie a iniziare dalle Alpi. Centro, nuvolosità irregolare anche compatta ma associata a fenomeni deboli e discontinui, sporadiche nevicate in Appennino sopra i 1500m. Sud, nuvolosità irregolare a tratti più compatta su basso Tirreno e basso Adriatico con qualche sporadica pioggia. Maggiore variabilità altrove. Temperature stazionarie o in lieve calo al Sud. Venti deboli variabili o settentrionali al Centro Nord, deboli meridionali al Sud. Mari poco mossi i bacini centro settentrionali, mossi quelli meridionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com