Matteo Salvini a Live-Non è la d’Urso: ‘Lega nel Ppe? Escluso, non cambio l’Europa con la Merkel’

“La Lega nel Ppe? Escluso, assolutamente”. Così Matteo Salvini ha smentito categoricamente le indiscrezioni de La Stampa, secondo cui il Carroccio starebbe pensando di sganciarsi dal partito sovranità di Marine Le Pen per approdare a quello popolare. Dallo studio di Live-Non è la d’Urso, l’ex ministro è stato interrogato sull’argomento da Alessandro Sallusti e nel rispondere non ha lasciato alcuno spiraglio aperto: “Io ho chiesto il voto degli italiani per cambiare l’Europa e vado a cambiarla con la Merkel? La vedo difficile”. La Cancelliera fa “l’interesse dei tedeschi – ha aggiunto Salvini – ma non capisco i politici italiani che fanno anche loro gli interessi della Germania”. Tra l’altro il segretario leghista ha rivendicato il suo lavoro da ministro dell’Interno in materia di immigrazione: “Ho svegliato l’Europa. Nave tedesca? Li porti in Germania. Nave olandese? Li porti in Olanda. Il risultato è stato che gli sbarchi si sono ridotti del 90 per cento. Non possiamo accogliere tutto il mondo”.

Matteo Salvini e Annalisa Chirico si sono ritrovati faccia a faccia sempre a Live-Non è la D’Urso della domenica di Canale 5, che Barbara d’Urso ha scelto di aprire con una discussione politica, in competizione  con Massimo Giletti e Fabio Fazio. Tra l’altro ne è uscita vincitrice all’Auditel, segno che invitare il segretario della Lega non è mai una cattiva idea a livello di ascolti. In particolare si è parlato molto del modo in cui il Carroccio intende relazionarsi con l’Europa, visto che negli scorsi giorni si erano fatte strada indiscrezioni su una possibile virata dei leghisti verso il Ppe. “Pensa di essere credibile – ha domandato la Chirico – nel puntare a Palazzo Chigi senza rivedere la strategia a Bruxelles? Se sta con gli anti-euro duri e puri è difficile allargare il respiro politico del suo partito”. Insomma, per la giornalista de Il Foglio va bene essere eurocritici, ma bisogna fare attenzione a non finire per essere definiti eurofascisti: “Noi chiediamo all’Europa il rispetto per l’Italia – ha replicato Salvini – ci tratta ancora come un campo profughi, a voi sembra normale che in Sardegna siano sbarcati 130 immigranti portati da una nave tedesca che era stata respinta da Malta e Francia? Io voglio solo che l’Italia venga rispettata, non chiedo il voto degli italiani per andare a fare il baciapile di Macron e Merkel, con tutto il rispetto per loro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com