Mattarella: ”Serve patto civiltà antiterrorismo”

Quanto avvenuto a Tunisi, e prima a Parigi, è un’aggressione contro la civiltà e la democrazia che richiede una risposta immediata e collettiva della Comunità internazionale.E’ l’ora di “lanciare un Patto di civiltà per contrastare le campagne d’odio e di indottrinamento”,  afferma il presidente Sergio Mattarella in una intervista a “le Figaro”. “Il massacro al museo del Bardo di Tunisi  è un segnale d’allarme grave ed è importante capirlo. Questa non è ne’ una guerra di religione, ne’ una guerra tra civiltà diverse. Numerose vittime erano musulmane e noi siamo tutti preoccupati. Come è successo a Parigi a gennaio, con quegli atti terroristici sanguinosi e brutali, si tratta di aggressioni contro la civiltà e la democrazia che  richiedono una risposta immediata e collettiva della Comunità internazionale. Quindi, più che una soluzione militare serve, secondo Mattarella, una reazione culturale e partecipando alla marcia che ci sarà domenica a Tunisi l’Europa mostra che è unita nel dolore e nella risposta da dare a questa aggressione. A “le Figaro” che gli chiede se l’Italia si senta in prima linea nel fronteggiare la minaccia terroristica in Libia, il presidente Mattarella conferma che effettivamente si rischia di trovare lo Stato islamico a un passo dall’Europa. Bisogna sostenere con convinzione l’azione dell’Onu affinchè la sua difficile mediazione in Libia possa avere successo. Per il presidente bisogna poi coinvolgere anche e soprattutto i Paesi arabi vicini per costituire un vero governo di unità nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com