Mattarella premia 33 cittadini per atti “eroismo”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito, motu proprio, trentatré onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a cittadine e cittadini che si sono distinti per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, nel soccorso, per l’attività in favore dell’inclusione sociale, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità. l capo dello Stato ha individuato alcuni casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani.

Tra le 33 persone premiate figura Riccardo Muci, l’agente della polizia stradale che il 6 agosto scorso cominciò ad aiutare le persone rimaste coinvolte nell’incidente sull’A14 durante il quale esplose un’autocisterna causando la morte di una persone ed il ferimento di altre 140.

C’è anche la figura ‘emblematica’ di Irma Dall’Armellina, che a 93 anni ha passato tre settimane in Kenya per una missione umanitaria. Lo scorso febbraio, l’anziana vicentina ha deciso di lasciare l’Italia per tre settimane, nonostante il bastone e i problemi alle gambe, per seguire un orfanotrofio che da sempre aiuta a distanza con offerte economiche. Un esempiio”per l’eccezionale prova di altruismo con cui ha prestato il proprio servizio in qualità di volontaria in una missione umanitaria in Kenya”.

“Foodsharing made in Puglia e azioni di contrasto alla povertà attraverso il recupero di cibo in eccesso”. Il messaggio che appare sul sito internet di Avanzi Popolo 2.0 chiarisce subito le cose: la piattaforma Web serve a condividere con chi ne ha bisogno il cibo che rischia di finire sprecato o buttato perché scaduto. Un’idea che è valsa a Marco Ranieri, 38enne barese, rappresentante legale di Farina 080  l’onorificenza al Merito della Repubblica assegnate dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella “per l’appassionato impegno nel recupero e redistribuzione degli alimenti e nella promozione dell’educazione contro lo spreco”. Dall’idea iniziale di scambio tra privati si è passati al recupero e ridistribuzione di alimenti provenienti da imprese o eventi che ne hanno in eccedenza.

Tra le 33 personalità premiate dal presidente della Repubblica c’è anche Antonio La Cava e il suo ‘bibliomotocarro’. Al maestro in pensione di Matera è stato riconosciuto il riconoscimento di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “per l’impegno profuso, nel corso della sua vita, nella promozione del valore della cultura”. Da quasi vent’anni, infatti, La Cava, a bordo di uno speciale tre ruote-biblioteca ambulante, porta i libri ai bambini delle scuole elementari dei paesi più piccoli e isolati della Basilicata, dove spesso non ci sono biblioteche o librerie. Un’idea nata nel 1999 per richiamare l’attenzione sulla crescente disaffezione nei confronti del libro da parte, soprattutto, delle nuove generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com