Marò arrestati in India. La Procura di Roma li accusa di omicidio

La Procura di Roma ha deciso di scrivere il nome dei due marò Massimiliano La Torre e Salvatore Girone nel  registro degli indagati  perché accusato  di concorso in omicidio in relazione alla morte dei due pescatori indiani, uccisi da numerosi colpi d’arma da fuoco provenienti dalla petroliera Enrica Leixe dove si trovavano i militari italiani.
A prendere tale decisione, il procuratore reggente Giancarlo Capaldo che, in questi giorni, ha fatto il punto della situazione assieme ai titolari dell’inchiesta, i pm Francesco Scavo ed Elisabetta Ceniccola. La formalizzazione delle accuse, è una conseguenza delle informazioni che la Farnesina ha trasmesso a piazzale Clodio nelle ultime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com