Mario Draghi su Conte e Movimento Cinque Stelle: in conferenza stampa il chiarimento del premier

Conferenza stampa di Mario Draghi subito dopo il consiglio dei ministri che ha approvato il nuovo decreto contro il caro bollette.

Non si è soltanto parlato di misure economiche: come sicuramente il premier già si aspettava, la stampa ha sollecitato chiarimenti anche in merito a quanto accaduto, negli ultimi giorni, tra l’inquilino di Palazzo Chigi e il presidente del Movimento Cinque Stelle.

In occasione della venuta del fondatore Beppe Grillo a Roma, nel corso di quello che è un momento difficile per i pentastellati, sono trapelate a mezzo stampa indiscrezioni secondo le quali Mario Draghi avrebbe chiesto all’ex comico di rimuovere Conte dalla guida del Movimento, perché inadeguato.

Il retroscena ha rischiato di avere l’effetto della benzina sul fuoco: non è un mistero, in effetti, che nell’M5S sono in diversi a desiderare un Movimento al di fuori del perimetro della maggioranza, magari in funzione, rispetto al governo, di appoggio esterno.

Nel corso della conferenza stampa di oggi, Draghi ha chiarito: il governo rischia di cadere? E qual è il rapporto tra il premier e l’ex premier?

“Il governo non rischia”. Così Draghi in conferenza stampa. “E non può esistere senza il M5S. Per questo non ci accontentiamo di un appoggio esterno. Conte mi ha dato rassicurazioni”.

“Mai chiesto di mandare via Conte”, puntualizza quindi il capo dell’esecutivo. “Non capisco perché mi si vuol tirare dentro le dinamiche del M5S”. E ancora: “I messaggi con Grillo? Ho chiesto di vederli”

Il premier ha poi offerto ai giornalisti alcuni elementi di contesto riguardanti la foto che lo vede seduto in disparte, al Museo del Prado, a Madrid, dove si è tenuto l’ultimo vertice Nato, al telefono. Un’immagine che, secondo alcuni, ritrarrebbe la preoccupazione di Draghi per quanto successo in casa nel corso di un appuntamento internazionale.

“Fin dall’inizio di questo viaggio ho detto ai miei collaboratori che non sarei potuto rimanere fuori con tutte le cose che avevamo da fare. La serata era una cena conclusiva, si parlava di quadri, insomma c’era un’attività sociale e in quel momento io mi sono seduto ed ero in po’ stanco, ho fatto delle telefonate purtroppo sono stato sorpreso. D’altronde mi sarebbe stato impossibile telefonare con tutti davanti”.

Circa Redazione

Riprova

Silvio Berlusconi invita a votare Forza Italia

“Care amiche, cari amici, non sarà la stessa Italia quella che avremo dopo il 25 …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com