Margherita Corrado (Senato, Gruppo Misto – Commissione Cultura) – Mala Università: l’Alma Mater Studiorum di Bologna non è affatto immune da abusi

Alcuni gialli sono più complessi di altri. Soprattutto quando il delitto è compiuto da più di una mano, e molti sono i testimoni silenti. Che, tacendo per paura o per quieto vivere, diventano complici e, anche loro, colpevoli. Con l’interrogazione del 15 febbraio ho affrontato un tema scottante per chi lavora, o vorrebbe lavorare, nell’Università italiana: gli abusi cui si presta il “rientro dei cervelli”, corsia preferenziale che consente di evitare ogni valutazione oggettiva, comparativa e non. In alcuni casi, quale quello portato lì ad esempio, questa scorciatoia pare addirittura concepita a danno di “interni” non graditi a chi decide chi far arrivare tramite chiamata diretta.

L’ultima interrogazione in ordine di tempo, pubblicata ieri con data 22 febbraio (http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Sindisp/0/1332630/index.html), ha aggiunto un tassello: “l’interno” non gradito (anzi, l’interna, Antonella Coralini) ha anche il record assoluto, nel suo settore disciplinare, di non abilitazione alla Prima Fascia, con sei inidoneità, dal 2012 ad oggi, al ruolo di Professore Ordinario in Archeologia. A dispetto di un ottimo curriculum, di una produzione innovativa e originale e di una solida reputazione scientifica a livello internazionale, è, suo malgrado, un “inidoneo seriale”. Anche grazie al contributo di due suoi colleghi del medesimo Ateneo e Dipartimento, gli stessi che hanno voluto la chiamata diretta dall’estero di uno STORICO per insegnare Archeologia come Ordinario, senza Abilitazione Scientifica Nazionale e al di fuori di ogni valutazione comparativa. Di conseguenza, la “inidonea seriale” dell’Alma Mater ha più di un ricorso in sede amministrativa in essere. Non per divertimento, ma per desiderio di giustizia e equità di trattamento, dato che le stesse Commissioni sembrano non averne fatto adeguato uso.

Mentre Antonella Coralini otteneva questo primato, che cosa succedeva nel suo Ateneo, l’Alma Mater di Bologna? E, soprattutto, che cosa le accadeva? È anche questa una storia che merita di essere raccontata. Margherita Corrado (Senato, Gruppo Misto – Commissione Cultura)

Circa Redazione

Riprova

ELEZIONI: DAMIANO, “AL PD SERVE UN PROGRAMMA POPOLARE”

“Il PD, a mio avviso, dovrebbe scrivere un “programma popolare”, perché non si tratta di …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com