epa08260737 Gimnasia y Esgrima coach Diego Armando Maradona reacts during a match between Gimnasia y Esgrima vs Atletico Tucuman in the Argentine Football Super League at the Juan Carmelo Zerillo stadium in La Plata, Buenos Aires, Argentina, 29 February 2020. EPA/Demian Alday Estevez

Maradona operato al cervello per un edema: intervento riuscito

Il ricovero d’urgenza aveva fatto temere il peggio, ovvero che fosse stato contagiato dal Covid-19, però sulle condizioni di Diego Armando Maradona arrivano notizie rassicuranti dall’Instituto Ipensa, la clinica di La Plata dove si trova da ieri l’ex fuoriclasse argentino.

Diego Armando Maradona è stato operato con successo al cervello, fanno sapere i medici citati dalla Afp. “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione”, ha detto il dottor Leopoldo Luque presso la sua clinica privata di Buenos Aires. “È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio. Rimarrà sotto osservazione”, ha aggiunto Luque. Maradona, 60 anni, lunedì era stato ricoverato dopo essere caduto: dai controlli era emerso un ematoma subdurale..

Sarebbe, hanno precisato dal’entourage della famiglia dell’ex fuoriclasse, conseguenza di un trauma cranico.  Intanto gruppi di tifosi con striscioni raffiguranti l’immagine di Diego stazionano nei pressi dell clinica Ipensa.

A rispondere ai  giornalisti presenti all’entrata della clinica dove l’ex fuoriclasse del Napoli è ricoverato, è stato Leopoldo Luque, medico personale dell’attuale tecnico del Gimnasia.

“Diego è lucido e molto tranquillo – ha detto Luque -. Si è trattato di un intervento di routine, lui d’accordo sul fatto di essere operato”. L’ematoma, si è appreso, si trovava nella parte sinistra della testa di Maradona e si sarebbe formato dopo una caduta accidentale in casa, al quale inizialmente lo stesso ex calciatore non avrebbe dato importanza.

Maradona appena venerdì scorso aveva festeggiato 60 anni, in campo per i primi 20′ della partita di Coppa di lega fra il suo Gimnasia La Plata e il Patronato, dov’era stato accolto con fuochi artificiali, torta e regali vari, e ricevendo auguri e attestati di stima da ogni dove, non solo dalla ‘sua’ Napoli, la città che più di ogni altra lo ama e che lo ha adottato. In seguito sono tuttavia trapelate altre notizie sulle condizioni dell’ex stella dell’Argentina, che sarebbe giù di morale, al punto da rifiutare perfino il cibo. “Il 60esimo compleanno può avere complicato le cose per lui – ha aggiunto il dottor Luque -. Se dal punto di vista psicologico le cose non vanno bene, allora possono esserci ripercussioni anche sul fisico. Le dipendenze passate non c’entrano nulla e nemmeno il Covid per fortuna.

Diego trascorrerà alcuni giorni dopo l’intervento in ospedale, in stretta osservazione. L’operazione è andata bene, fanno sapere i medici, ma tutto dipenderà dalla convalescenza dell’ex campione che potrebbe essere un po’ più complessa di quella di altri pazienti a causa del quadro clinico con cui è entrato in ospedale. Una volta dimesso, Maradona tornerà nella villa di Brandsen dove ha vissuto per un paio di mesi.

Non è la prima volta che Maradona si ritrova in un letto d’ospedale. In passato si è ritrovato sospeso fra la vita e la morte per avere abusato di sostanze stupefacenti, ma non solo: per aver pagato le conseguenze di uno stile di vita tutt’altro che in linea con le raccomandazioni dei medici. Diego in questo momento è molto debole, ma non è in pericolo di vita, tuttavia il male oscuro che lo ha debilitato anche fisicamente, con ripercussioni sull’umore e sull’alimentazione, lo ha non poco provato. Il 60enne fuoriclasse nato a Lanus ha pure rischiato un’altra dipendenza: quella dall’alcol. Solo il tempo può dire se, ancora una volta, sarà riuscito a risollevarsi. Il mondo lo aspetta sempre, come si è visto con i tributi che gli sono giunti da tutto il pianeta in occasione dei 60 anni.

Circa Redazione

Riprova

Serie A, il Napoli stravince nel segno del Diez.

Il Napoli nel ricordo di Maradona sfodera una prestasione monstre, rifilando un netto 4-0 alla …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com