Manovra. Spiagge e Battelli: ‘Senza gare procedura infrazione piu’ vicina, lavoriamo per inserirle a breve’

‘La Legge di Bilancio non prevede espressamente le gare per i concessionari del comparto balneare ma saranno rimandate a un decreto del presidente del Consiglio. Ecco perche’ siamo al lavoro per impegnare il Governo, gia’ in quella sede, ad adoperarsi per assegnare le concessioni attraverso procedure di evidenza pubblica. Il M5S ritiene infatti che sia questo lo strumento piu’ efficace per garantire trasparenza, legalita’ e libera concorrenza. E ribadisco che parliamo di gare, non di aste. Come ho gia’ avuto modo di segnalare nei giorni scorsi inoltre, la norma cosi’ com’e’ non ci mette al riparo dalla procedura di infrazione europea quindi dobbiamo essere pronti al contenzioso con l’Ue’,   afferma, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Sergio Battelli.

Noi abbiamo a cuore chi svolge questo lavoro da generazioni ma abbiamo anche a cuore i cittadini e il loro diritto ad avere il servizio migliore possibile ricordando sempre che le spiagge sono un bene pubblico demaniale date in concessione per un periodo determinato. Proprio il meccanismo delle gare consentira’ di salvaguardare al contempo eco sostenibilita’ e accessibilita’ delle spiagge. Dando spazio a chi sapra’ coniugare valorizzazione e tutela del territorio e diversificazione del servizio verranno premiate competenza e professionalita’ della piccola e media impresa del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com