Maltempo, le vittime salgono a nove. Portofino isolata. Toti: Chiesto stato di emergenza

L’ondata di maltempo che da oltre 48 ore sta interessando il nostro paese con temporali e piogge torrenziali continua a flagellare l’Italia. Venti oltre i cento chilometri orari e mareggiate con onde anche di sette metri  stanno abbattendosi lungo le coste.

Un vero e proprio bollettino di guerra: da nord a sud. E purtroppo sale anche il bilancio delle vittime: alle sei di ieri si registrano altri tre decessi: una donna morta a Dimaro, in val di Sole, un vigile del fuoco volontario è stato travolto da un albero mentre effettuava un intervento a San Martino in Badia, in Alto Adige, e un kite-surfista di 63 anni è stato  scagliato sulla scogliera di Cattolica dalle fortissime raffiche di vento.

Lodevole il lavoro dei vigili del fuoco impegnati per far fronte all’emergenza: in poco più di 24 ore hanno fatto oltre settemila interventi per allagamenti, smottamenti e rimozione di alberi caduti.

Le regioni più colpite da questa ondata di maltempo sono Liguria, Toscana, Lazio, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte.  Molto critica è la situazione in Liguria, dove oltre 20 mila persone sono senza energia elettrica. Una fortissima mareggiata ha investito Rapallo dove ha ceduto parte della diga: 19 persone che erano rimaste bloccate sui muraglioni mentre decine di super yacht hanno rotto gli ormeggi e spinti dal mare e dal vento si sono schiantati contro la costa.

Portofino è isolata in seguito alla mareggiata che colpito tutto il golfo del Tigullio e ha pesantemente danneggiato la strada provinciale. A Genova l’aeroporto è stato chiuso dopo che il mare in tempesta ha portato detriti sulla pista, rendendola impraticabile. Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, chiederà lo di emergenza per la l’intera regione.

Sempre a causa del maltempo, oltre 170 persone sono bloccate al Passo Stelvio per una fortissima nevicata: la neve ha raggiunto quasi un metro e mezzo d’altezza, e i turisti sono bloccati dentro le strutture alberghiere assieme al personale. Problemi di circolazione lungo la tangenziale Est a Roma e risalendo l’Italia preoccupa il fiume Po che ha raggiunto il livello di guardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com