Maltempo. Fiumi di fango a Matera. Basilica di San Marco allagata

Allagamenti e danni al Sud per il forte maltempo che si è abbattuto sull’Italia. Acqua alta a Venezia e allerta rossa in Calabria, Basilicata e Sicilia. Allerta arancione in Puglia con e gialla in Emilia Romagna, Lazio, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna.  Scuole chiuse da Nord a Sud. Difficoltà nella circolazione dei treni nelle zone interessate da vento e pioggia abbondante. Una clochard morta per il freddo nel Crotonese. Dal maltempo che sta investendo l’intera penisola emerge un vero e proprio bollettino di guerra .

Venezia è immersa dall’acqua.  L’amministrazione comunale ha deciso la chiusura di nidi e scuole d’infanzia a Venezia e nelle isole della Laguna per le maree eccezionali che, secondo le previsioni, potrebbero superare i 150 centimetri. L’acqua alta a 127 cm ha invaso la Basilica di San Marco: 70 centimetri d’acqua sono stati misurati nel nartece, lo  spazio fra le navate e la facciata. A essere sommersi sono anche i marmi recentemente sostituiti, a rischio mattoni e colonne dell’edificio.

Acqua alta anche a Trieste, che ha sommerso la Scala reale, sulle Rive di fronte a piazza dell’Unità d’Italia e parte del Molo Audace. Previste in serata abbondanti precipitazioni accompagnate da vento forte e raffiche di Bora.

Forti disagi anche a Roma, dove allagamenti, chiusure di strade e gallerie, incidenti, hanno mandato ancora una volta in tilt il traffico della Capitale.

Matera: strade diventano fiumi. La città dei Sassi è stata colpita da violente perturbazioni piovose che hanno allagato quasi tutta la città. Fiumi d’acqua si sono riversati nei Sassi e alcune stradine storiche si sono trasformate in fiumi. Oggi a Matera le scuole sono chiuse per ordinanza del sindaco. Anche la costa è stata fortemente colpita dai temporali. Una tromba d’aria ha colpito la notte scorsa il Metapontino, la zona jonica lucana, in provincia di Matera: sono una cinquantina gli interventi dei Vigili del fuoco che si sono resi necessari a causa della caduta di alberi e pali della pubblica illuminazione. Secondo quanto si è appreso dai Vigili del fuoco, la pioggia intensa ha causato uno smottamento sulla strada provinciale 3, nei pressi di Ferrandina (Matera).

Salento: onde alte cinque metri. Il Salento, in Puglia, è dalle prime ore del mattino sotto una coppa d’acqua che sta causando danni e disagi soprattutto sulla costa jonica. A Porto Cesareo, questa mattina, si è abbattuta una tromba d’aria e il mare in burrasca ha disancorato diverse barche. A Spongano la furia del vento e la forza della pioggia hanno distrutto il palazzetto dello sport pronto per essere consegnato nei prossimi giorni. A Lecce è stato interdetto l’accesso ai parchi. Il forte vento e la pioggia insistente hanno fatto alzare onde alte fino a cinque metri.

 

Eolie isolate. Anche la Sicilia continua ad essere interessata da questa forte ondata di mal tempo. Scuole chiuse oggi in diverse città della Sicilia orientale, da Messina a Catania. Da lunedì pomeriggio le Eolie sono isolate per il forte vento di scirocco. Aliscafi e traghetti sono fermi. Nel porto di Milazzo sono bloccati i tanti pendolari che si recano nell’arcipelago per lavoro, come insegnanti, medici, impiegati, e anche camion carichi di derrate alimentari e autocisterne di carburanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com