Maltempo, è allerta rossa. E a Venezia torna l’acqua alta

Scatta l’allerta rossa in molte regioni italiane per via del maltempo. In queste ore un’intensa perturbazione atlantica ha raggiunto l’Italia, portando tantissima pioggia al Nord, venti caldi sciroccali al Sud e clima addirittura estivo in Sicilia, come spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it. Nel corso della giornata, rovesci intensi e nubifragi si concentreranno su diverse aree del Nord e in Toscana, e poi su alcune regioni del Centro, attivando anche caldi venti sciroccali su tutti i mari.

Da stamattina, tra le regioni più colpite da precipitazioni abbondanti e nubifragi spicca la Liguria, ma anche Lombardia, alta Toscana, Sardegna, Veneto, Emilia Romagna, Alpi e Prealpi. In Liguria, le piogge potrebbero stazionare per molte ore creando una possibile situazione a rischio alluvionale sul Genovesato e Spezzino. Sempre in Liguria, i venti caldi sciroccali si scontreranno con la Tramontana, facendo sì che i temporali e le piogge diventino semi-stazionari, ossia stabili per molte ore su una stessa zona, con conseguentiallagamenti, disagi e rischio idrogeologico.

Con l’allerta rossa, scrive ‘ilmeteo.it, sono state chiuse in via precauzionale tutte le scuole del comune di Genova. Anche i venti sono sostenuti su tutti i bacini, Scirocco nella maggior parte dei casi, ma anche di Bora sull’alto Adriatico e Ligure e Tramontana in Liguria e Piemonte. Quanto alle temperature, si registrano di poco sopra i 10° al Nord e zone interne del Centro, fino a 27/33° al Sud, non più alte di 22/24° sul resto del Centro.

Richiamata dallo Scirocco, a Venezia è tornata l’acqua alta. Il vento di scirocco nel medio-alto Adriatico ha ritardato di circa due ore rispetto alle previsioni meteo, attenuando di molto il contributo alla marea astronomica: per questo la punta massima di marea registrata dal Centro Previsioni e Segnalazioni Maree del Comune di Venezia questa mattina, alle ore 10,30, al mareografo di Punta della Salute, è stata di 93cm, in coincidenza con una marea astronomica di 74 cm.

Il Centro Maree conferma la previsione di 110 cm per le ore 22.40 di oggi. Per domani , alle ore 10.55, è prevista un’alta marea di 120 cm. Con tale valore il 28% del centro storico di Venezia risulterà allagato. Il superamento della soglia di 110 cm durerà approssimativamente dalle ore 9.30 alle 12.30.

Nella giornata di sabato, le ultime precipitazioni temporalesche si abbatteranno su Alpi e Prealpi del Triveneto, Friuli Venezia Giulia, su Toscana centro-settentrionale, tra Frusinate e Casertano. Altrove il tempo migliorerà con il ritorno del sole.

Tempo in deciso miglioramento su tutte le regioni, invece, per domenica. Foschie dense o nebbie mattutine potranno interessare tutte le valli, le coste e le pianure centro-settentrionali. Al mattino, gli ultimi temporali interesseranno il Salento, e saranno isolati sul Tarantino con temperature in aumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com