Magistrati contro politica e istituzioni: “Assuefazione inaccettabile”

“Inaccettabile, in nessun paese si può arrivare alla assuefazione”. Queste le parole di protesta del presidente del sindacato magistrati  Rodolfo Sabelli, che ha lamentato l’isolamento della magistratura dopo la manifestazione del Pdl a Brescia e gli attacchi per il processo Ruby. “Mi sarei aspettato una reazione un po’ più ferma, più compatta e più corale dalla politica e dalle istituzioni”. “Contro di noi periodicamente – incalza Sabelli – ci sono stati attacchi inaccettabili. Non ci dobbiamo abituare a questo. In nessun paese si può arrivare alla assuefazione”. Inoltre è sempre il presidente dell’Anm ad intervenire sulla spinosa vicenda delle  intercettazioni telefoniche. “Siamo contrari a interventi che tocchino condizioni, modalità e tempi delle intercettazioni”.  Secondo Sabelli occorre intervenire sulla corretta tutela della riservatezza: “Siamo
contrari alla diffusione di intercettazioni coperte da segreto o a un’inutile violazione della privacy. La nostra contrarietà riguarda riforme che toccano condizioni, modalità e durata delle procedure per utilizzare lo strumento delle intercettazioni, poiché un intervento simile finirebbe per depotenziare questo strumento di indagini”. Infine, conclude il presidente: “no a modalità che depotenzino le intercettazioni, sì all’individuazione di soluzioni, quali un’udienza stralcio più disciplinata, per evitare violazioni del segreto istruttorio e della privacy”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com