Mafia: tentata estorsione a commerciante, arrestato figlio del boss

Con l’accusa di tentata estorsione aggravata dall’aver agito al fine di favorire Cosa nostra la Polizia di Stato ha arrestato Angelo Galatolo, 29 anni, e Giuseppe Barone, 31 anni. Gli agenti della Squadra mobile e del commissariato Libertà hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Filippo Serio su richiesta della Direzione distrettuale antimafia e, in particolare, del procuratore aggiunto Vittorio Teresi, e del sostituto Claudio Camilleri.

Secondo gli investigatori, i due lo scorso marzo si sarebbero presentati nel negozio di un cittadino extracomunitario nel quartiere Arenella e, dopo averlo più volte minacciato, avrebbero richiesto il versamento con cadenza annuale di una cospicua somma di denaro a titolo di pizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com