Madagascar, la Farnesina ha confermato la morte di un italiano tra gli europei uccisi

La notizia è ufficiale e a darla è la Farnesina che ha confermato la morte di un  italiano in Madagascar. L’uomo sarebbe stato ucciso perché sospettato di traffico di organi. Infatti, uno dei due europei linciato dalla folla ieri mattina a Nosy Be, in Madagascar, avrebbe un passaporto italiano. Lo ha detto alla Afp il capo del distretto Malaza Ramanamahafahy. “Ho visto il suo passaporto, ha la nazionalità italiana”, ha assicurato. E si chiamava Sébastien Judalet l’altro uomo ucciso ieri. Era entrato in Madagascar il 15 settembre con un visto turistico per 60 giorni, come precisa il capo del distretto, che ha visto il suo passaporto. Il documento mostra che l’uomo ha fatto frequenti visite nel paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com