Lutto nel mondo del giornalismo, è morto Sandro Petrone

Nuovo lutto nel mondo del giornalismo. E’ morto all’età di 66 anni Sandro Petrone, giornalista e musicista che da cinque anni combatteva con una microcitoma che aveva colpito i suoi polmoni. Una lunga lotta che l’ex inviato del Tg2 ha affrontato con forza e coraggio, sottoponendosi anche a cure sperimentali. Una battaglia che, purtroppo, il giornalista ha perso nella mattinata di venerdì 15 maggio 2020 con la Rai e la stessa redazione del telegiornale del secondo canale che lo hanno ricordato sui social.

 Una lunga carriera nel giornalismo per Sandro Petrone che da inviato del Tg2 ha seguito alcuni degli avvenimenti più importanti degli ultimi decenni come la caduta del muro di Berlino, gli attentati di Madrid, Oslo, la primavera araba in Tunisia e Libia ma è stato in prima linea anche il giorno dell’agguato a Papa Giovanni Paolo II. Negli ultimi anni si era dedicato all’insegnamento e alla musica con la sua passione per il blues che lo aveva portato a collaborare con cantanti del calibro di Edoardo Bennato e Pino Daniele. L’ultimo brano scritto lo aveva inviato qualche giorno fa ad alcuni amici tramite Whatsapp mentre era ricoverato in ospedale.

 La morte di Sandro Petrone è avvenuta nella giornata di venerdì 15 maggio 2020. Le condizioni del giornalista e musicista si sono aggravate nelle ultime settimane con il decesso che è stato confermato anche dalla redazione Rai e di quella del Tg2. Una scomparsa che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo del giornalismo con molti suoi colleghi che lo hanno ricordato sui social. Nelle prossime ore sarà comunicato il giorno dei funerali con diverse persone che lo andranno salutare per l’ultima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com