L’oro è sulla tavola di Palazzo Caracciolo

‘L’oro a tavola – La pasta e le eccellenze tra benessere e tradizione’, evento dedicato al tipico alimento mediterraneo, si è tenuta ieri,  13 giugno, dalle ore 19, a cura dell’Istituto Salesiano Sacro Cuore Napoli, Vomero e di Palazzo Caracciolo, suggestiva e storica dimora alberghiera di Napoli dove si svolge l’incontro culturale con degustazione.

‘Il nostro Istituto ha visto coinvolte alcune classi quest’anno, in occasione dell’inizio dei percorsi di Alternanza Scuola/Lavoro, in un progetto di ampio respiro che culmina con la serata nella sede storica di Palazzo Caracciolo con la partecipazione di eccellenze campane in campo gastronomico. Il progetto ha permesso ai nostri allievi di sviluppare importanti competenze, quali lo spirito di iniziativa e di imprenditorialità, la capacità di relazionarsi con figure con diverso grado di autorità, ma soprattutto la capacità di essere protagonisti della propria vita, in linea con la pedagogia di don Bosco, proiettata a formare cittadini attivamente impegnati nella costruzione di una società dinamica e giusta’,  spiega il preside Salesiani Vomero, don Pasquale D’Angelo.

‘Ritengo che questo progetto abbia realizzato in pieno il nuovo paradigma formativo introdotto con la Legge 107 di due anni fa, che coniuga formazione intellettuale ed attività lavorativa’,  precisa il preside D’Angelo.

La convention, richiamerà appassionati e specialisti del settore, si articolerà in un incontro scientifico, musica dal vivo, uno show cooking e nella relativa degustazione di piatti preparati con eccellenze regionali, a cura dello chef resident Daniele Riccardi, apprezzato dalla clientela internazionale per la sua appropriata versatilità e la capacità interpretativa delle pietanze rispetto al gusto individuale della clientela che lo contraddistingue per affidabilità.

Nell’occasione specifica, Riccardi realizzerà piatti ispirati all’antica arte culinaria campana, ed anche creazioni innovative per stimolare il piacere gustativo degli ospiti.

In un contesto di indubbia bellezza, tra gli orgogli architettonici di Napoli, completerà l’armonia che contraddistinguerà la kermesse, il servizio impeccabile che è tra i principali prego di Palazzo Caracciolo.

L’idea di questo incontro nasce dalla dinamica interazione tra l’Istituto partenopeo, guidato dal direttore, don Angelo Santorsola e dal preside don Pasquale D’Angelo fa un lato, ed il raffinato albergo rappresentato dal dott. Vincenzo Caputo, dall’altro, si colloca l’idea di questa kermesse, nell’ambito del progetto Politiche di Marketing e Finanza nel settore turistico, previsto dalla nuova normativa – legge 107 del 2015 – sull’alternanza scuola-lavoro. Quest’ultimo, è curato in sinergia, con entusiasmo ed energie, dal prof. Marco Capobianco, dal direttore di Palazzo Caracciolo, Armando Salvemini, dal responsabile commerciale Marco Zuppetta e dalla responsabile amministrativa, Valentina Sorino.

La creazione di un sito web dedicato al marketing in diversi settori, rientra nel progetto triennale. Tra i compiti dei ragazzi , quello di sviluppare le tematiche inerenti il settore turistico, che verranno trattate pure in lingua inglese e spagnola, con attenzione specifica alla cura della comunicazione verbale e non verbale, ai vari tipi di relazioni con il mondo esterno, alla strutturazione di curriculum vitae e lettere di presentazione.

Rientra tra gli obiettivi principali, trasferire le competenze del mondo imprenditoriale attraverso lo studio delle problematiche d’impresa.

Attraverso la costituzione di gruppi, di un sito web, strumenti indispensabile nel mondo della globalizzazione, verranno approfondite le tematiche sul web marketing ed inoltre affrontate le competenze nell’area amministrativa, fiscale e del lavoro, fondamentali per la figura professionale, che potrà essere esercitata in maniera autonoma e dipendente.

Nell’occasione, è stato presentato il libro ‘E ora pasta’ di Michele Scognamiglio, specialista in Scienza dell’Alimentazione.

 Nonostante i continui progressi della Medicina, la disponibilità di farmaci sempre più efficaci ed un interesse sempre più vivo per ciò che portiamo quotidianamente in tavola, stiamo assistendo, in una situazione di impotenza, al dilagare di una serie di patologie che trovano la causa scatenante proprio nell’alimentazione.

Acquisizioni scientifiche ultime (Nutrigenomica, Microbiota intestinale) aprono scenari particolarmente  interessanti per quel che riguarda gli aspetti  nutrizionali e propongono prospettive impensabili in un passato immediatamente recente.

lo libro, pur partendo da tali premesse, descrive, talvolta in maniera volutamente ironica, le difficoltà che si incontrano muovendosi ne labirinto minato delle svariate proposte dietetiche. Allo stesso tempo, fornisce spunti utili su come mantenersi distanti dai pericolosi ‘sentito dire’ in agguato perenne. Altresì , approfondisce argomenti specifici. Tra essi: proteine, glutine, carboidrati, fibra ed integratori alimentari, nel tentativo di riassegnare dignità ed importanza nutrizionale ai cereali ed in particolare alla pasta, in perfetta armonia con l’insuperato modello alimentare Mediterraneo.

L’incontro  vede  la partecipazione, oltre all’autore, a Santorsola e D’Angelo, di  Vincenzo Caputo per Palazzo Caracciolo e dell’editore Maurizio Cuzzolin. Moderatore: Giuseppe Giorgio, giornalista.

L’iniziativa gode del contributo e della collaborazione degli sponsor tecnici: ‘Mennella Gelati’,  ‘Valgrì’, ‘Masseria Campito’, ‘Le acque del benessere Uliveto-Rocchetta’, ‘Panificio La Panificazione’, ‘Azienda Marr’, Salvatore Staiano, ‘Le Antiche Cave 110 e Lode’ e del supporto del partner editoriale Cuzzolin.

Parte clou della manifestazione, sarà l’atteso momento degustativo, a cura dello chef resident di Palazzo Caracciolo, Daniele Riccardi, che presenterà le sue attese specialità interamente dedicate alla pasta, interpretata in una serie di modalità stimolanti ed appetitose, da quelle tradizionali e quelle di nuova concezione, ciascuna indicata per valorizzare ciascun formato tra i più diffusi sul mercato.

Daniele Riccardi è lo chef del ristorante ‘Nel Chiostro’ annesso a Palazzo Caracciolo, in una antica zona popolare nel cuore pulsante di Napoli. Con il suo noto retro, rappresenta l’ulteriore conferma di quanto la ristorazione d’albergo stia vivendo un momento propositivo di livello e di fortunate congiunture per la città.

Palazzo Caracciolo è stato la nobiliare residenza della famiglia Caracciolo ed anche del re di Napoli Gioacchino Murat.

Teresa Lucianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com