L’odio del ‘Fatto Quotidiano’ contro Giorgia Meloni

‘Dovrebbero intervenire i partigiani del Cnl con lo schioppo’, scrive Alessandro Robecchi sulle colonne de Il Fatto Quotidiano.

Nel suo articolo  i partigiani del Comitato di liberazione nazionale dovrebbero agire, con tanto di fucile, contro Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

L’attacco choc del Fatto contro FdI e Giorgia Meloni – etichettata come ‘sora Meloni’ – va oltre istigando alla lotta armata  assomigliando  a una sorta di squadrismo mediatico.

‘Non si è mai visto un pesce svuotarsi l’acquario da solo, bisognerebbe aiutarlo come l’altra volta, settantacinque anni fa’, si legge ancora nell’articolo che accusa FdI di fascismo. La diretta interessata non ha fatto finta di niente, rispondendo all’attacco subito: ‘Non mi stupisce l’ennesimo articolo della stampa di sinistra che tenta come al solito di demonizzare l’avversario con lo spettro del fascismo, ma reputo inaccettabile che un quotidiano nazionale, come il Fatto Quotidiano, pubblichi un articolo che invoca di fatto alla lotta armata contro un partito politico. È o non è questa istigazione all’odio e alla violenza? Vediamo se per questo articolo ripugnante ci saranno parole di condanna chiare!’.

Il pezzo del Fatto contro FdI è stato demonizzato anche dal Pd, che per bocca di Emanuele Fiano ha espresso solidarietà a Giorgia Meloni per le parola della firma del Fatto: ‘Oggi quelle parole sono totalmente condannabili, a Giorgia Meloni la nostra solidarietà. La dittatura fascista, per me e per molti altri è stato il male assoluto della nostra storia, e non solo per via delle leggi razziali. Quell’insegnamento mi dice che per essere profondamente democratici bisogna essere contro qualsiasi istigazione alla violenza nella politica anche contro coloro dei quali io non condivido le idee’.

Una ‘netta condanna’ per le parole ‘profondamente sbagliate’ usate dal Fatto Quotidiano nei confronti di Giorgia Meloni e di FdI. A esprimerla in aula, alla Camera, è stato il sottosegretario all’Economia, Antonio Misiani, parlando a nome di tutto il governo.

Anche l’esecutivo  si associa alla solidarietà a Fratelli d’Italia e alla sua leader. Ma anche alla totale riprovazione che tutto il mondo politico ha espresso nei confronti del giornale di Marco Travaglio. Da Maria Elena Boschi a Emanuele Fiano, passando per il centrodestra, la vicinanza a Meloni e lo sdegno per la sortita del Fatto Quotidiano sono  stati unanimi.

Fabio Rampelli interviene sul gravissimo articolo uscito sul Fatto Quotidiano contro Giorgia Meloni. E lo etichetta come ‘violento e vigliacco’. Un pezzo da cestinare e che l’Ordine dei Giornalisti non può far passare sotto silenzio.

‘La virulenza dell’attacco a Giorgia Meloni in un articolo pubblicato sul Fatto quotidiano, nel quale s’invocano i partigiani di fatto per ammazzare la presidente di Fdi e alla quale si augura Piazzale Loreto, fa semplicemente orrore. Un giornalista, uomo, che scrive simili nefandezze su una donna e un direttore, uomo, che le avalla meritano il doppio oblio. Tanta violenza dovrebbe far intervenire l’Ordine dei Giornalisti e, se non accadrà, lo solleciteremo noi con un esposto che richieda la radiazione dall’albo del presunto giornalista. A tutto c’è un limite’, conclude Rampelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com