L’Inter vince anche a Cagliari. Toro corsaro contro l’Atalanta

L’Inter con il successo per 2-1 a Cagliari si candida a essere l’anti-Juve in campionato. Alla Sardegna Arena i nerazzurri soffrono ma alla distanza riescono ad imporsi. L’effetto Conte si vede ora bisogna migliorare solo con il gioco aspettando l’innesto dei nuovi arrivati. Ma la squadra è già diversa da quella dello scorso campionato: una nuova mentalità che potrà fare la differenza. L’Inter va in vantaggio con Lautaro Martinez, poi pareggia Joao Pedro: il gol decisivo del vantaggio lo segna su rigore Lukaku. Una vittoria che porta i nerazzurri, momentaneamente,  in testa alla classifica insieme a Juventus e Torino.

La seconda giornata del campionato di calcio di Serie A regala una sorpresa inaspettata. Il Torino riesce a vincere contro l’Atalanta per 3-2 e dimentica la delusione. E’ stata una gara emozionante e dai continui capovolgimenti di fronte e di risultato. Nel primo tempo granata avanti con Bonifazi, ma Zapata pareggia. Nella ripresa gran gol del colombiano che porta sul 2-1 i bergamaschi, ma gli ospiti reagiscono e con Berenguer e Izzo conquistano i tre punti. Una vittoria che porta il Torino in testa alla classifica assieme ad Inter e Juve.

Per il Lecce l’inizio del campionato è da dimenticare. Dopo la sconfitta a San Siro contro l’Inter replica in casa contro il Verona di Ivan Juric. Al Via del Mare finisce 1-0 per gli scaligeri che trovano il gol partita col neo-acquisto Matteo Pessina e conquistano tre punti pesantissimi in ottica salvezza. Per l’undici di Liverani, dopo la sosta campionato inizierà un tour de force contro Torino, Napoli, Roma, Atalanta, Milan e Juventus.

Il Sassuolo affonda in casa la Sampdoria con un rotondo 4-1 grazie ad un super Berardi. Al Mapei Stadium gli uomini di Di Francesco reggono per una ventina di minuti, poi si scatena l’attaccante che firma una tripletta che abbatte la difesa di argilla dei blucerchiati.

Il Genoa contro la Fiorentina centra la prima vittoria dopo aver fermato la Roma nella gara di esordio all’Olimpico. Al Ferraris la squadra di Andreazzoli riesce a fare la partita sin dalle battute iniziali. La Fiorentina, con 16 elementi nuovi rispetto alla passata stagione e appena cinque confermati, si conferma ancora un cantiere a cielo aperto. L’undici di Montella si sveglia solo nel finale di partita sfiorando anche il pari dopo esser stata vicina ad incassare la terza rete: è troppo tardi al Ferraris finisce 2-1.

 

Circa redazione

Riprova

La grande boxe si fa elegante a Roma

Oggi 13 Ottobre va in scena un evento che mancava da anni nella capitale, con …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com