Li Bassi (Aifa), mancano migliaia di farmaci in Ue

“Il problema della carenza di farmaci è emergenziale e riguarda centinaia, se non migliaia di prodotti, in tantissimi paesi dell’Unione Europea” ma “le cause ancora non sono chiare”. Così il direttore generale dell’Agenzia Italiana del farmaco (Aifa) Luca Li Bassi, intervenendo durante la tavola rotonda dell’Assemblea Pubblica di Farmindustria.

Il problema delle carenze, ha spiegato Li Bassi, è stato riaffrontato anche dal cda di dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema). “E’ una situazione che non si è mai verificata a livello europeo” e “tantissimi Paesi riportano questo problema, da nord a sud da est a ovest. Non solo l’Italia, ma anche Spagna, Portogallo, Francia, Olanda, Norvegia, Austria, Slovenia”. “Tutti riconoscono che sta aumentando in modo esponenziale e in tutti i paesi e non abbiamo la percezione giusta delle ragioni che portano a questa dinamica”. Si è ipotizzato vi fosse all’origine un problema di differenze di prezzo tra paese e l’altro, “ma di sicuro questa non è l’unica causa”. Si era inizialmente pensato che a determinarlo, in Italia, fosse stato il fatto che i farmaci da noi hanno prezzi più bassi di altri Paesi, “ma allora dovremmo essere solo noi ad avere il problema. Invece non è così”. “Stiamo cercando, a livello europeo, di effettuare un’analisi delle cause. Ci sono – ha concluso il direttore generale Aifa, – dinamiche che dobbiamo comprendere, e stiamo cercando di farlo”.

Circa Redazione

Riprova

Spiagge pubbliche aperte ai turisti: cosa bisogna sapere

Se siete tra chi ama le spiagge libere e desiderate godere di sole e mare …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com