L’emergenza coronavirus rafforza l’asse Nissan-Renault

L’emergenza coronavirus cambia anche il mondo dell’auto, come testimoniato dal rinnovato spirito di collaborazione tra Nissan e Renault, entrambe consapevoli del fatto che mai come in questo periodo l’unione potrebbe fare la forza.

 Una richiesta alla collaborazione costruttiva arriva dal nuovo Amministratore delegato di Nissan Makoto Uchida, che ha fatto sapere di essere intenzionato a rilanciare il marchio della casa automobilistica ma anche attraverso la collaborazione con Renault. Un deciso cambiamento di rotta rispetto ai venti di divorzio che soffiavano con forza mesi e settimane prima dell’emergenza coronavirus, che ha ridisegnato l’economia e la produzione a livello mondiale. E Nissan non fa eccezione. Dalla Francia de Meo, Amministratore delegato designato di Renault, sembra allineato con il le intenzioni degli alleati. “L’alleanza può solo migliorare la nostra crescita e i nostri profitti: Nissan, Renault e Mitsubishi vivono oggi una situazione difficile ma abbiamo bisogno gli uni degli altri”.

 Le due case automobilistiche dovranno ora decidere come mettere in pratica i buoni propositi. L’imperativo, almeno per quanto riguarda il futuro prossimo, è vendere. Missione non semplice. Anche perché l’emergenza economica legata al coronavirus ha travolto anche le famiglie e i piccoli risparmiatori, che difficilmente investiranno nell’acquisto di una macchina. A meno che non si trovino di fronte ad offerte e promozioni degne di note. In quel caso toccherà alle case automobilistiche far quadrare i conti per uscire dal circolo vizioso.

Circa Redazione

Riprova

Altroconsumo, al via class action contro Apple per obsolescenza programmata

Altroconsumo ha notificato al colosso americano Apple l’atto di citazione con il quale ha dato …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com