Lecce. Marocchino ubriaco sferra colpi d’ascia al portone della Questura

Youness Lachhab marocchino di 29 anni, , in preda all’alcool, stanotte verso l’1,10 ha sferrato tre colpi d’accetta contro il portone della Questura d Lecce. Una Volante era appena rientrata per redigere alcuni atti inerenti la restituzione di un motorino rubato al proprietario quando, mentre gli atti stavano per essere ultimati, gli agenti hanno sentito le urla di un collega di servizio al corpo di guardia che aveva visto un uomo fortemente agitato avvicinarsi all’ingresso e colpire il portone in legno con l’ascia. Poi, dopo aver varcato la soglia di ingresso, aveva cominciato a brandire l’arma impropria con fare minaccioso contro il poliziotto. Di fronte agli inviti di desistere, l’ubriaco non ha obbedito, anzi ha minacciato di morte gli agenti e così, grazie all’intervento dell’equipaggio di un’altra Volante e dopo una breve colluttazione, lo hanno bloccato e identificato. Il cittadino marocchino ha riportato, secondo quanto riferisce la Questura di Lecce, una lieve ferita al sopracciglio. Anche i poliziotti che lo hanno fermato hanno subito lievi lesioni, per cui si è reso necessario l’intervento del personale del 118. Anche al pronto soccorso l’uomo ha reso difficili le attività di cura dei sanitari e ha disturbato gli altri pazienti. Ai due agenti sono stati assegnati cinque giorni di prognosi ciascuno, per contusioni varie. Il marocchino è stato arrestato per danneggiamento aggravato, tentato omicidio, lezioni a pubblico ufficiale, minacce aggravate, porto di arma, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e infine ricettazione di un documento che portava addosso e che apparteneva a un’altra persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com