L’Aquila, percepivano assegno sociale ma vivevano all’estero. 7 denunciati

SULMONA. La Guardia di Finanza di Sulmona (Aq) ha denunciato alla locale Procura della Repubblica 7 persone per reati che vanno dalla truffa all’indebita percezione a danno dello Stato per un totale di oltre 103.000 euro. Secondo quanto accertato dalle Fiamme Gialle, i denunciati percepivano da anni, non avendone diritto, l’assegno sociale. Si tratta, spiega la Guardia di Finanza, di una particolare forma di previdenza che viene riconosciuta ai cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari, e ai loro rispettivi congiunti, che abbiano compiuto 65 anni e si trovino in disagiate condizioni economiche, a prescindere dal fatto che abbiano versato contributi. Requisiti fondamentali sono la residenza effettiva e abituale in Italia, e il soggiorno stabile e continuativo nel territorio del Paese. Tra i denunciati è emerso che quattro vivono in Venezuela, due in Argentina e uno in Francia. Ogni 3 o 4 anni rientravano in Italia e vi restavano, alcuni mesi, a spese dell’Inps. La Guardia di Finanza di Sulmona, che si è avvalsa della collaborazione dell’Inps, ha richiesto all’Autorità Giudiziaria l’autorizzazione alla sospensione del pagamento della prestazione previdenziale e al recupero delle somme indebitamente finora percepite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com